Il vescovo: «Dare priorità al lavoro e alle famiglie»

PORTO TORRES. La giornata soleggiata ha accompagnato domenica i festeggiamenti religiosi e civili per ricordare il patrono della città San Gavino. Dopo la messa di mezza mattina in Basilica,...

PORTO TORRES. La giornata soleggiata ha accompagnato domenica i festeggiamenti religiosi e civili per ricordare il patrono della città San Gavino. Dopo la messa di mezza mattina in Basilica, celebrata dal parroco don Mario Tanca, è iniziata la visita-pellegrinaggio “Sulle orme dei Martiri”, con l’illustrazione del complesso monumentale di Monte Agellu e della chiesa romanica e le memorie che in questi luoghi sono raccolte. Un prologo davvero interessante, grazie ai racconti delle guide e del parroco, prima della partenza in corteo verso i luoghi del martirio (le chiese di Balai vicino e Balai lontano), dove i giovani hanno ripercorso gli avvenimenti storici attraverso i disegni realizzati proprio in occasione dell’evento religioso. La parrocchia di San Gavino ha voluto ritornare alle radici della fede partendo dai giovani, che non hanno deluso le attese per raffigurare nel modo migliore la storia dei tre Santi Martiri Turritani ai tempi della persecuzione. Nel tardo pomeriggio il tradizionale pontificale in Basilica - presieduto dal’arcivescovo padre Paolo Atzei e concelebrato dai canonici turritani e dai sacerdoti - dove lo stesso vescovo nell’omelia ha voluto ricordare il difficile momento economico che vive questo territorio, chiedendo anche al sindaco, presente in Basilica, un impegno concreto della sua amministrazione per combattere la crisi. Domenica mattina l'associazione culturale Etnos, in collaborazione con Assovela e patrocinio del Comune, ha riproposto invece l'antico rito della benedizione a mare dei cavalli e cavalieri in onore dei Santi Martiri Turritani: le barche a vela latina ferme in rada, davanti alla spiaggia di Balai, hanno ricevuto la benedizione impartita da don Mario Tanca. Nel vicino parco di Balai si è svolta la festa laica caratterizzata da balli tradizionali del gruppo folk Li Bainzini, dal gruppo folk Li Frueddhi di Telti e dalla musica dal vivo del gruppo Amici di Etnos. Sostegno di pasticcerie Rozzo, Tatti, Carruccio e panificio Il Pane d'oro. (g.m.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes