A un ploaghese lo storico palio di Santu Bainzinu

PORTO TORRES. Velocità e precisione per il ploaghese Alessandro Piana che si aggiudica la quarta edizione del Palio di Santu Bainzu mettendo a segno 7 anelli con un tempo di 21 secondi e 49 centesimi....

PORTO TORRES. Velocità e precisione per il ploaghese Alessandro Piana che si aggiudica la quarta edizione del Palio di Santu Bainzu mettendo a segno 7 anelli con un tempo di 21 secondi e 49 centesimi. Piazzamento d’onore invece per Giovanni Campus di Osilo, sei anelli e 20,80 secondi, e ultimo posto del podio per l’altro ploaghese Damiano Fiori, che ha ottenuto lo stesso numero di centri (6) ma con un tempo di poco superiore. C’era tanta gente domenica all’ombra della torre Aragonese e di fronte al golfo dell’Asinara per ammirare la grande corsa all’anello in puro stile bainzino - con 49 tra cavalieri e amazzoni in gara - riportata alla luce e agli antichi fasti dall’associazione culturale Etnos. Prima della partenza, annunciata dai rulli dei tamburi del gruppo dei Tamburini e Trombettieri Porto Torres, la sfilata dei cavalieri e dei diversi gruppi folk che sfoggiavano per la speciale occasione l’abito tradizionale. Lungo il percorso di via Mare era presente anche il prestigioso tenore turritano Francesco Demuro, da sempre spettatore di questo evento, in mezzo a una grande folla che riempiva i due lati del percorso. Anche i sette cavalieri portotorresi in gara hanno fatto la loro onesta figura, dimostrando ancora una volta di apprezzare una competizione preparata con grande sacrificio da Etnos e ora riconosciuta dalla Regione come evento di forte interesse turistico. Le prime corse all’anello si svolgevano nel 1920 lungo il percorso di corso Vittorio Emanuele, e andarono avanti fino al 1950 grazie alla volontà di alcuni appassionati che si divertivano e divertivano il pubblico con questi appuntamenti. Da quattro anni l’associazione ha dimostrato che il Palio in onore di Santu Bainzu, martire e patrono della città, è una realtà consolidata dalla presenza di gruppi che provengono dal tutto il circondario e dalla Barbagia per partecipare alla corsa all’anello. Come fine serata, in piazza Renaredda, gli organizzatori hanno proposto un concerto musicale con tanti artisti sul palco. (g.m.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes