«Irresponsabile restituire il finanziamento»

La minoranza di Villanova Monteleone contesta il mancato recupero ambientale di Pottu Codinu

VILLANOVA MONTELEONE. Il gruppo di minoranza consiliare “Per Villanova” lamenta in una nota la restituzione, da parte dell’amministrazione comunale, di «un finanziamento destinato al recupero ambientale della cava di “Pottu Codinu”».

«Dopo avere visionato la determinazione 251 del 22 novembre 2016 del responsabile del servizio dell’ufficio tecnico – si afferma nella nota – che ha disposto appunto la restituzione alla Regione di circa 220mila euro, riteniamo questo un atto irresponsabile e di scarsissima capacità amministrativa». L’amministrazione comunale di Villanova Monteleone nel mese di settembre 2013 aveva aderito all’iniziativa inviando la richiesta all’assessorato. Alla domanda doveva essere allegato il progetto preliminare e il documento comprovante la proprietà del Comune o la disponibilità da parte del proprietario per 10 anni dell’area interessata dall’intervento. Il progetto preliminare prevedeva il recupero della cava dismessa di Pottu Codinu vicino alla necropoli Ipogeica a circa 5 chilometri da Villanova sulla strada che porta a Monteleone e a Padria e la realizzazione, nell’ex cava, di un belvedere con prospettiva sul lago da utilizzare per varie iniziative culturali. Successivamente l’assessorato dell’Industria aveva comunicato che tra i Comuni ammessi risultava quello di Villanova Monteleone, con un finanziamento di 220mila euro. «Inspiegabilmente il sindaco - dicono i consiglieri - con nota 2856 del 6 maggio 2014 aveva comunicato alla Regione la propria indisponibilità alla esecuzione dei lavori e la rinuncia al contributo assegnato. Nonostante quella comunicazione di rinuncia la Regione nel frattempo aveva accreditato al Comune l’intero finanziamento. Quello che ci stupisce – conclude la nota dei consiglieri di minoranza – è che nonostante siano trascorsi circa due anni l’attuale amministrazione non ha ancora sanato eventuali criticità per non perdere il finanziamento. Forse il sindaco dirà che il proprietario gli aveva promesso a parole (ma la promessa, se ciò fosse anche vero, nella pubblica amministrazione non ha alcun valore giuridico), la disponibilità del sito, promessa che evidentemente poi non è stata mantenuta, ma ciò non lo autorizzava a presentare alla Regione una simile dichiarazione». Il gruppo di minoranza ha anche preannunciato la presentazione di un’interpellanza.

Leonardo Arru

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes