Il reddito energetico sbarca a Roma

Presentato in un convegno dell’Edison il progetto pilota di risparmio in bolletta

PORTO TORRES. I vertici dell’amministrazione comunale erano presenti martedì a Roma alla tavola rotonda dal titolo “Un nuovo modello di accesso all’energia, il progetto pilota del Comune di Porto Torres”. L’incontro era organizzato da Edison e trattava il progetto del Reddito energetico e del Fondo rotativo fotovoltaico proposto dal Comune attraverso fondi del proprio bilancio.

A presiedere il tavolo di lavoro è stato Marco Margheri, direttore degli Affari istituzionali per Edison, e in rappresentanza dell’amministrazione comunale c’erano il sindaco Sean Wheeler, gli assessori Domenico Vargiu e Cristina Biancu e l’ex assessore Donato Forcillo. Presenti diverse personalità del mondo dell’energia e anche il Gse, partner del Comune, che hanno seguito la presentazione del progetto del Reddito energetico sotto ogni aspetto insieme ai funzionari dell’azienda e a diversi esponenti di associazioni. Tra cui Legambiente, Kyoto Club, Elettricità futura e il Coordinamento Free che racchiude oltre venti associazioni del settore delle energie rinnovabili.

I lavori di installazione degli impianti fotovoltaici per i cittadini turritani beneficiari del Reddito energetico sono cominciati qualche mese fa e sinora ne sono stati montati 51: quattro impianti hanno iniziato a produrre energia e consentire un risparmio.

«La nostra iniziativa ha un alto valore sociale e ambientale – ha detto Sean Wheeler ai presenti all’incontro – e abbiamo voluto inoltre stimolare la riconversione energetica del territorio introducendo il concetto di condivisione delle risorse: questo è un aspetto fondamentale che non va mai scordato anche perché l’amministrazione ha voluto questo progetto per dare la possibilità alle famiglie di avere un risparmio in bolletta».

Grazie alla adesione dei cittadini e alla loro disponibilità a utilizzare il tetto, ha aggiunto Wheeler, altri residenti potranno beneficiare in futuro di un pannello fotovoltaico. «Stiamo provando in pratica a innescare un circolo virtuoso che scardina il classico metodo di aiuto sociale, promuovendo l’utilizzo di energia green».

Le operazioni di installazione dei pannelli fotovoltaici dovrebbero concludersi nei prossimi giorni, in proprietà privata che riguardano condomini e singole unità abitative che ricadono nell'abitato, sempre a cura della società Medielettra con sede a Casteldaccia.(g.m.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes