Via al bando Reis contro le povertà

Le domande di accesso possono essere presentate entro fine mese

OZIERI. È partito anche ad Ozieri l’iter amministrativo riferito all’erogazione del Reis, reddito di inclusione sociale, che proverà a sostenere la fascia economicamente più debole e considerata sotto la soglia di povertà. I funzionari del settore politiche sociali e di integrazione territoriale hanno predisposto il bando che fissa i paletti per l’accesso alla misura e determina soprattutto il periodo della presentazione delle domande che possono essere già inoltrate con termine ultimo fissato per il 31 luglio. Il contributo regionale sarà integrativo e complementare del Rei, il reddito di inclusione sociale nazionale e amplierà ulteriormente il target dei beneficiari poiché includerà anche famiglie con un solo componente, senza dimora o ancora nuclei familiari composti da cinque o più persone, famiglie con una o più persone over 50 con figli a carico disoccupati, coppie sposate o coppie di fatto registrate conviventi da almeno sei mesi e composte da giovani che non abbiano superato i quaranta anni. «L’iniziativa regionale è una risposta alle esigenze concrete delle persone che vivono momenti di difficoltà – ha dichiarato Teresa Ghisaura, assessore alle Politiche sociali – e sia il Reis regionale che il Rei nazionale, attivo già da dicembre, fanno parte di una serie di interventi di politica attiva per contrastare la povertà». «È già arrivato un finanziamento di 170mila euro che servirà per i progetti personalizzati – ha aggiunto Ghisaura -. L’anno scorso 181 famiglie hanno usufruito di questi benefici e oggi grazie a queste azioni e al bando Lavoras ci auspichiamo che sempre più famiglie possano beneficiarne».

Francesco Squintu

WsStaticBoxes WsStaticBoxes