Domani la Svimisa inaugura la nuova sede amministrativa

ARDARA. Cresce la presenza ad Ardara della Svimisa Spa, società che si occupa di estrazione e lavorazione di materie prime per la ceramica e che domani 20 ottobre inaugurerà i suoi nuovi uffici...

ARDARA. Cresce la presenza ad Ardara della Svimisa Spa, società che si occupa di estrazione e lavorazione di materie prime per la ceramica e che domani 20 ottobre inaugurerà i suoi nuovi uffici direzionali e amministrativi. Un approdo che sancisce un legame nato da tempo, e che in paese ha portato riscontri in ambito occupazionale soprattutto per l’indotto e un impatto sociale importante. «Avere la possibilità di ospitare a casa propria una grande impresa – dice il sindaco Francesco Dui – non può che renderci soddisfatti, e l’apertura degli uffici centrali di Svimisa significa che l’azienda sta continuando a investire su Ardara. Da parte nostra come amministrazione siamo sempre vigili sulle questioni ambientali, ma possiamo affermare con estrema tranquillità che nonostante l’alto impatto, la Svimisa non si sottrae agli obblighi di controllo, certificazioni, ripristino dei luoghi, con grande sensibilità e massimo rispetto per le norme. Sensibilità che si traduce anche nel rispetto per la comunità e il paese: dopo essere stata per un certo periodo sponsor della squadra di calcio ora Svimisa sta investendo direttamente sul decoro urbano contribuendo all’acquisto di attrezzature per il parco giochi comunale».

Da domani Ardara diventerà il centro nevralgico dell’impresa, come spiega l’ingegnere Salvatore Lai di Svimisa: «Oltre a ospitare il principale centro di estrazione e gli uffici, Ardara sarà nelle nostre intenzioni oggetto di un progetto di ulteriore sviluppo, che prevede un incremento della produzione del 50 per cento». Cresce ancora Svimisa, impresa che da settanta anni fornisce materie prime sia per lavorazione locale della ceramica effettuata nell’isola da un’impresa di Guspini, della quale Svimisa è principale fornitore, sia per il grande mercato dell’Emilia Romagna. La Svimisa opera ad Ardara nella miniera di Molino Falzu, dove vengono estratte e sottoposte alle prime cernite ogni anno circa 250 mila tonnellate fra sabbie feldspatiche di gres porcellanato tecnico, 85 mila tonnellate di gres porcellanato smaltato e 15 mila tonnellate di bentonite. Quantità che si aggiungono a quelle prodotte da Svimisa a Escalaplano nella miniera di Funtana Piroi per argille, che produce circa 100 mila tonnellate all’anno. L’impatto occupazionale nel totale è di circa 115 unità, tra impiegati diretti (una ventina) e indotto.

Barbara Mastino

WsStaticBoxes WsStaticBoxes