Con i fondi regionali riapre a San Nicola il centro giovanile

OZIERI. Nuovi progetti per i giovani al via dal prossimo anno per iniziativa dell’assessorato e del settore comunale Politiche Sociali. La buona notizia arrivata nei giorni scorsi è la vicina...

OZIERI. Nuovi progetti per i giovani al via dal prossimo anno per iniziativa dell’assessorato e del settore comunale Politiche Sociali. La buona notizia arrivata nei giorni scorsi è la vicina riapertura del Centro di aggregazione di San Nicola, che da tempo non si riesce a tenere attivo in pianta stabile a causa della cronica carenza di fondi. Il Centro riaprirà grazie a uno stanziamento proveniente dalla Regione, che ha previsto per Ozieri un finanziamento straordinario di 10mila euro. Non certo una cifra astronomica, ma comunque un plafond utile per riuscire a riattivare almeno temporaneamente il Centro, in attesa di tempi migliori, e ospitarvi alcune iniziative. «Il fondo regionale di 10mila euro - spiega l’assessore comunale alle Politiche Sociali Teresa Ghisaura - ci è stato concesso in via straordinaria nei giorni scorsi grazie a un emendamento al Bilancio proposto dal consigliere Valerio Meloni. Non si tratta di una grossa cifra, ma ci permetterà di riattivare il centro e di organizzarvi dei laboratori e delle attività per i ragazzi, creando uno spazio e occasioni per promuovere il protagonismo giovanile. Il Centro di aggregazione è nato anni fa proprio con l’obiettivo di avere un ruolo centrale di contrasto al disagio. Purtroppo non è sempre stato possibile tenerlo in attività, ma grazie all’interessamento della Regione ora potremo onorare l’impegno che avevamo preso con il popoloso quartiere e soprattutto con i suoi tanti ragazzi». Ci sono già alcune idee sulle attività da proporre, che cercheranno di accogliere i suggerimenti che arrivano dai ragazzi, ma l’assessore Ghisaura non si sbilancia anche perché sono in corso «incontri e colloqui con l’obiettivo di creare una rete tra i vari attori sociali: associazioni, scuole, il SerD, il Plus e il settore Servizi Sociali». Questo perché l’assessorato ha intenzione di intensificare le iniziative rivolte ai ragazzi, a cominciare dalla riattivazione della Consulta dei Giovani, altro “attore” in campo del quale però da tempo non si sente più parlare. «Le iniziative per i ragazzi non sono mai abbastanza - dice l’assessore Ghisaura - ma ultimamente grazie alle varie collaborazioni stiamo riuscendo a promuoverne e patrocinarne di interessanti come la recente MoviMente».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes