Diplomi di merito alla memoria dei 28 caduti nelle due guerre

PORTO TORRES. Con una cerimonia breve e commovente nella sede dell’associazione reduci e combattenti di via Libio è stata ricordata e onorata la memoria di ventotto caduti turritani delle due guerre...

PORTO TORRES. Con una cerimonia breve e commovente nella sede dell’associazione reduci e combattenti di via Libio è stata ricordata e onorata la memoria di ventotto caduti turritani delle due guerre mondiali. Alla presenza di tanti familiari e soci dell'associazione, del presidente della sezione reduci e combattenti di Sassari Antonio Satta, del vicepresidente di quella turritana Raffaele Atzori, del segretario Antonio Carboni, di Moreno Nocco, co-organizzatore dell’evento e autore di un prezioso libro sul tema dei caduti nelle guerre, del vicesindaco Marcello Zirulia, i familiari dei ventotto caduti turritani hanno ricevuto i diplomi di merito conferiti in occasione del centenario del primo conflitto mondiale dalla sede nazionale di Prato. Nocco ha ricordato i molti portotorresi che hanno versato il loro sangue per la patria e i tanti che risultano ancora oggi dispersi mentre Antonio Carboni ha parlato della genesi della sezione di Porto Torres, risalente ai primordi del secondo dopoguerra, nata per assistere i reduci e i loro familiari, col presidente Satta che ha evidenziato il fatto che, se oggi si vive un periodo di pace è proprio per il sacrificio dei tanti soldati periti nei conflitti. Prima del brindisi finale e della foto ricordo, anche la consegna di una targa alla sede da parte di Gavino Gaspa.

Emanuele Fancellu

WsStaticBoxes WsStaticBoxes