Sorso, sempre grave dopo il malore durante la partita

Michele Vacca, 21 anni, è ricoverato in coma farmacologico Il ragazzo lavorava a Londra, era rientrato da pochi giorni

SASSARI. Restano gravi ma stabili le condizioni di Michele Vacca, il 21enne di Sorso che mercoledì sera è stato ricoverato in Rianimazione dopo un malore accusato mentre giocava a calcio nel campo sportivo della Cantera, in viale Porto Torres. La prognosi è ancora riservata e il giovane è tenuto sotto stretta osservazione in coma farmacologico. Dalle prime analisi i medici gli avrebbero riscontrato una malformazione cardiaca. Nel frattempo nella famiglia sportiva di Marco Asara e Michele Fini – tra l’altro il ragazzo è il nipote dell’ex giocatore del Cagliari – si respira tanta apprensione e un clima di attesa snervante. Michele Vacca ha deciso di ritornare a Sorso dopo una lunga esperienza di lavoro all’estero. Fino a pochi giorni fa, infatti, ha lavorato in un ristorante di Manchester, in Inghilterra. Mercoledì sera ha deciso di riabbracciare i suoi ex compagni di squadra dello Sporting Cantera, dove in passato ha militato da agonista, ed è sceso in campo nel rettangolo di viale Porto Torres con l’idea di rimettersi in forma e unirsi al gruppo nel campionato di Seconda categoria. La serata scorreva bene ma poi il 21enne si è sentito male. Prima ha accusato un forte dolore alla testa e poi si è subito accasciato a terra. I primi a prestargli soccorso sono stati gli altri giocatori, l’allenatore e alcuni dirigenti che si trovavano a bordo campo. Tra loro fortunatamente due infermieri che, resisi conto della gravità della situazione, hanno chiamato il 118 e cominciato le manovre di rianimazione. Nel frattempo nel campo sportivo sono arrivate due ambulanze del 118 che dopo circa 30 minuti di tentativi sono riusciti a far ripartire il cuore del giovane.

Ieri le attività sportive nella struttura sono andate avanti con i pensieri rivolti all’ospedale sassarese, con la speranza di ricevere buone notizie. Per capire come andrà per Michele Vacca serviranno almeno altre 24 ore. Dopo di ché i medici decideranno se cominciare a ridurre le dosi di sedativi. A tifare per la ripresa del giovane anche la Figc regionale. Il vicepresidente Roberto Desini, ha infatti contattato i vertici dell’associazione sportiva di Sorso per esprimere la vicinanza della federazione e un grande augurio affinché il giovane superi prima possibile il momento difficile.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes