Crippa, vice di Salvini: «La città ha bisogno di un sindaco capace»

PORTO TORRES. «Porto Torres è uno dei Comuni più importanti della Sardegna che andrà al voto il prossimo maggio e in questa sala ho visto tanta gente entusiasta che ha espresso chiaramente la voglia...

PORTO TORRES. «Porto Torres è uno dei Comuni più importanti della Sardegna che andrà al voto il prossimo maggio e in questa sala ho visto tanta gente entusiasta che ha espresso chiaramente la voglia di cambiare: questo mi ha fatto capire che ci sono tutte le condizioni per provare a vincere le amministrative 2020, con un candidato sindaco che decideremo quando si conoscerà lo schieramento politico». Così il vice segretario nazionale della Lega, Andrea Crippa, dopo il lungo intervento di apertura al convegno “Porto Torres, che futuro” nella sala conferenze dell’hotel Libyssonis. Un incontro che rappresentava l’apertura della campagna elettorale dei leghisti in questi confini, e per l’occasione con l’intero stato maggiore della Lega sarda: il segretario regionale Guido De Martini, il presidente del consiglio regionale Michele Pais e il gruppo consiliare alla Regione.

Il numero 2 del Carroccio, tra un selfie e l’altro, ha anche tracciato l’identikit del futuro sindaco turritano. «Deve avere capacità amministrativa, esperienza politica e mostrare da subito di avere a cuore il futuro di questa città: partendo dalle peculiarità e dalle ricchezze che questo territorio può offrire, valorizzandole al massimo, così da impedire la grande fuga di tanti ragazzi nel continente o in Europa, perché fino ad oggi non hanno visto la speranza di un futuro migliore».

Andrea Crippa non lesina critiche feroci anche agli ex alleati di governo, il Movimento 5 Stelle, che governano con una maggioranza bulgara Porto Torres: «È uno dei Comuni peggio amministrati in Sardegna – attacca – dove c’è un sindaco che si è dimostrato irrispettoso nei confronti dei cittadini e della Marina militare. A casa mia quando si va alle cerimonie ufficiali, con la fascia tricolore, si indossano pantaloni lunghi». Il vice segretario ha concluso ricordando che, come in altre Regioni, anche la Sardegna è governata dal centrodestra: «Penso che a Porto Torres ci siano le condizioni per proporre una coalizione di centro-destra alla guida della città». (g.m.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes