La rocca orfana della Madonnina: il vento ha buttato giù la statua

CASTELSARDO. Il vento, anche forte, non è una novità per la città dei Doria, costruita sulla roccia e circondata per tre parti dal mare. Quello dei giorni scorsi, però, ha fatto registrare più danni...

CASTELSARDO. Il vento, anche forte, non è una novità per la città dei Doria, costruita sulla roccia e circondata per tre parti dal mare. Quello dei giorni scorsi, però, ha fatto registrare più danni del solito. Persiane divelte, lampioni pericolanti, strati di carta catramata strappati dai tetti e vetri rotti, hanno interessato il centro abitato e le frazioni, tanto che vigili urbani, amministratori e ditte specializzate hanno trascorso l’intera giornata di ieri a valutare i danni intervenendo, dove possibile, per rimediare. Persino la tv ha dato forfait, dalle 21.30 di venerdì sera, i canali del digitale terrestre sono scomparsi.

Ma il danno che ha destato maggiore sgomento è stato l’abbattimento della Madonna della Rocca che, dal 1959, vegliava sulla città, incastonata fra le rocce, sotto il castello. La situazione della statua era, in realtà, precaria da tempo, tanto che il comitato della Madonna degli Angeli, composto dai muratori del paese, aveva già manifestato l’intenzione di sostituirla con una nuova effigie, in accordo con il Comune e la parrocchia della Cattedrale. E ora il paese si ritrova senza un simbolo religioso a cui i castellanesi erano particolarmente affezionati. «Capisco lo sgomento e la tristezza nel vedere la città privata di un simbolo importante – dice don Pietro Denicu – la Madonna della Rocca, da 60 anni proteggeva la nostra comunità. Invito tutti a non cedere allo scoraggiamento, né a vedere un incidente come un segno apocalittico, la Madonna ci ha protetto e continuerà a proteggerci sempre. Mi impegnerò insieme al Comune affinché la nuova statua possa essere ricollocata quanto prima».

Donatella Sini

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes