Agrifood, il Gal Anglona riapre le selezioni ai corsi

Quindici allievi potranno ottenere una certificazione con il progetto Vita  Il presidente Satta: «Vogliamo dare una formazione specializzata nel settore»

PERFUGAS. Il Gal Anglona-Romangia e l’agenzia formativa Consorzio Edugov hanno riaperto la procedura di selezione per la partecipazione al percorso di certificazione delle competenze riguardante la “Promozione dei prodotti agricoli del territorio”, nell’ambito dell’area di specializzazione “Agrifood” del Progetto Vita – Visione Integrata del Territorio Anglona-Romangia.

L’intervento formativo è rivolto a 15 allievi e si articola in 268 ore, di cui 50 di stage e permette di acquisire gli strumenti e le metodologie necessarie per gestire le attività di marketing e comunicazione delle aziende agroalimentari integrando l'approccio tradizionale con il grande potenziale derivante dall’utilizzo dei nuovi media digitali.

Possono presentare la domanda di partecipazione sia i disoccupati sia gli occupati, compresi gli imprenditori e i lavoratori autonomi, purché maggiorenni, residenti o domiciliati in Sardegna e in possesso degli altri requisiti di accesso disciplinati dal bando di selezione, consultabili sul sito del Gal e su quello del Consorzio Edugov. Nella fase di costituzione del gruppo classe si avrà cura di garantire che almeno il 58 per cento dei partecipanti sia di sesso femminile. La partecipazione al corso è assolutamente gratuita. A conclusione del percorso formativo, superata la prova d’esame, verrà rilasciato un attestato di certificazione delle competenze in specifiche aree di attività (Ada) del repertorio regionale dei profili di qualificazione.

«L’intervento formativo è finalizzato ad accrescere le potenzialità delle aziende agroalimentari nel promuoversi sul mercato, con l’obbiettivo di adottare strategie di comunicazione legate al territorio in un’ottica integrata, mettendo in risalto le risorse culturali, ambientali, enogastronomiche locali – chiarisce Gian Franco Satta, presidente del Gal – e tutte le azioni previste mirano a formare profili specializzati, in grado di operare nel mercato del lavoro, con l’intento preciso o di ricollocarsi, nel caso dei disoccupati, oppure di divenire l’elemento di innovazione all’interno delle aziende operanti nel settore agroalimentare o in quello turistico, per concorrere alla valorizzazione dello straordinario patrimonio materiale e immateriale di cui dispone il nostro territorio».

Le domande di partecipazione vanno presentate al Consorzio Edugov entro il 20 gennaio 2020, mediante consegna a mano (dal lunedì al venerdì, 9-13/15,30-18,30) oppure con raccomandata postale a/r (Z.I. Predda Niedda Strada 32 n. 19, Sassari) o trasmissione con posta elettronica certificata (info@pec.edugov.it). Info sul sito www.vita.edugov.it, su Facebook “Progetto Vita – Territorio Anglona Romangia”, Gal Anglona-Romangia (079.563094), Consorzio Edugov (079.292787).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes