Manca (M5s): la Gena non deve chiudere la Regione si attivi

SASSARI. «Il Centro assistenza autistici dell’Opera Gesù Nazareno rischia la chiusura. Non possiamo permetterlo. Non possiamo tollerare nuovi licenziamenti in un territorio già ampiamente mortificato....

SASSARI. «Il Centro assistenza autistici dell’Opera Gesù Nazareno rischia la chiusura. Non possiamo permetterlo. Non possiamo tollerare nuovi licenziamenti in un territorio già ampiamente mortificato. Il centro residenziale e diurno della Gena è l’unica struttura del nord Sardegna ad offrire assistenza a pazienti autistici maggiorenni. L’interruzione dell’attività sarebbe un danno enorme per tutti coloro che ricevono prestazioni adatte alle loro necessità». Una mozione urgente, da discutere entro dieci giorni, è stata presentata ieri dalla capogruppo del M5s Desirè Manca: in cui chiede a Giunta e assessore alla Sanità di mettere in atto tutti i provvedimenti, urgenti e necessari, che consentano di trovare soluzioni e scongiurare il rischio chiusura.

«Il servizio – spiega - è di nuova attivazione in tutto il territorio della Regione, e mancano ad oggi linee guida e prassi consolidate. Nonostante la volontà di risolvere i passaggi burocratici da parte del Dipartimento di salute mentale, a cui il centro ed i pazienti fanno riferimento, non si riesce ad esaurire la presa in carico dei pazienti. Le difficoltà rendono impossibile lo smaltimento delle liste di attesa e la spendita delle risorse già destinate dalla Regione al Centro che ospita soltanto cinque 5 pazienti residenziali e 2 in regime diurno, nonostante il Centro possa accogliere e dare risposta terapeutica a ben 12 pazienti in regime residenziale e 9 in regime diurno. La Regione deve attivarsi con urgenza per impedire la chiusura del centro sassarese, salvaguardare la dignità di chi è meno fortunato di noi e al contempo i tanti posti di lavoro».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes