Il Comune apre i parchi a piccoli eventi e giochi

Avviata una raccolta di manifestazioni di interesse per la gestione di alcuni spazi L’assessora Satta: «Vogliamo regalare alla città un’estate in sicurezza e allegria»

OZIERI. Spazi all’aperto gestiti da gruppi e associazioni per garantirne la fruibilità, soprattutto per i bambini, e piccole iniziative qua e là per la città per vivere l’estate in sicurezza e in allegria. Sono queste le idee di fondo della programmazione estiva che l’assessorato comunale a Cultura e Spettacoli, con la collaborazione di altri assessorati come i Servizi sociali, ha in programma per la stagione estiva, «perché anche se si dovrà rinunciare ai grandi eventi – dice l’assessora Ilenia Satta – si possono trovare tanti modi per socializzare».

Il filo conduttore è quel “ripensare spazi, riappropriarsi di piazze e aree pubbliche” che viene indicato come nuovo modo di vivere nella fase, che potrebbe essere lunga, di convivenza con il virus. Ed è con questo spirito che, spiega Ilenia Satta, «con l’assessorato ai Servizi sociali stiamo studiando il programma di una serie di eventi piccoli e mirati che interesseranno tutte le fasce di età e che si svolgeranno prevalentemente all’aperto, in quegli spazi che per due mesi sono stati off limits». Ed è sempre con questo obiettivo che l’assessorato ha avviato una raccolta di manifestazioni di interesse rivolta alle associazioni che volessero assumersi, con concessione gratuita, l’incarico di gestire, dal 18 giugno al 30 settembre, alcuni spazi pubblici adatti per lo sport o comunque per le attività all’aria aperta: il Giardino delle Rose Bianche, ovvero il parco sottostante la scuola Grazia Deledda, lo Skate Park del quartiere Gescal, i campetti di San Gavino e i giardini di San Leonardo. «Questa iniziativa – spiega Satta – è nata non solo con l’obiettivo di permettere alle associazioni di svolgere liberamente le proprie attività all’aperto, ma anche per coinvolgerle nella vita cittadina affidando loro l’incarico di renderle fruibili alle altre persone». I parchi e i giardini – è la motivazione del bando – rappresentano una risorsa di grande importanza per tutti. La loro riapertura è indubbiamente un fatto positivo per il recupero di un equilibrio psicologico e fisico che ha risentito delle prescrizioni che hanno impedito di uscire di casa, sebbene – e questa è la condizione – richieda di essere regolamentata nelle forme di accesso, nelle modalità di controllo delle condizioni igieniche degli arredi e delle attrezzature disponibili e con la garanzia, in carico alla responsabilità degli adulti presenti, che sia rispettato il prescritto distanziamento fisico». Le linee guida da seguire sono quelle pubblicate dal Dipartimento per le politiche della famiglia il 15 maggio scorso, che riguardano la gestione degli spazi per bambini anche al di sotto dei tre anni e adolescenti, con genitori o adulti.

La raccolta delle manifestazioni di interesse terminerà l’8 giugno, quando saranno prese in esame le domande giunte entro le 13 di quel giorno tramite raccomandata a/r a “Comune di Ozieri Settore LL.PP. Programmazione Turistica e Culturale, Pubblica Istruzione e Sport, via Vittorio Veneto, 11 07014 Ozieri” o a protocollo@pec.comune.ozieri.ss.it tramite Pec (info 079/781254 uff.scolastico@comune.ozieri.ss.it).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes