Poesie e prose in lingua sarda, elaborati entro il 30 giugno

OZIERI. C’è tempo ancora sino al 30 giugno per l’invio degli elaborati alla giuria del XXXIX Premio Logudoro, concorso per poesie e prose in lingua sarda promosso dal sodalizio culturale intitolato...

OZIERI. C’è tempo ancora sino al 30 giugno per l’invio degli elaborati alla giuria del XXXIX Premio Logudoro, concorso per poesie e prose in lingua sarda promosso dal sodalizio culturale intitolato ai poeti ozieresi Cubeddu, Pirastru e Morittu. Il tema della sezione principale del premio, intitolata al poeta Monserrato Meridda, è “In caminu”, parole che dovranno ispirare componimenti in logudorese o somigliante con una metrica riconosciuta, in quaranta versi (salvo esigenze metriche). Quest’anno si è dovuto rinunciare alla sezione riservata alle scuole, intitolata al maestro Salvatore Farina. La seconda è quella a tema libero “Salvatore Bertulu”, in versi sciolti o in rima e in tutte le varianti della lingua sarda. La terza è la sezione prosa “Contos noos” intitolata a Gigi Sotgia, per racconti inediti. Oltre ai premiati, sarà scelto un racconto che sarà trasformato in un cortometraggio dal regista Gianni Langiu. La quarta è la sezione della poesia religiosa, che ha degli schemi più liberi. I testi vanno inviati a Segreteria Premio Logudoro, c/o Gavino Contu, via Antonio Pigliaru 2, 07014 Ozieri SS. Info 333 7828073 o gavino.contu@alice.it. (b.m.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes