Continuano gli assembramenti e a Balai si gioca anche a pallone

PORTO TORRES. La città non è più Covid-free dopo l’annuncio del sindaco Sean Wheeler, con un post sul suo profilo social, ed è quindi necessaria una maggiore attenzione nel mantenere le distanze e di...

PORTO TORRES. La città non è più Covid-free dopo l’annuncio del sindaco Sean Wheeler, con un post sul suo profilo social, ed è quindi necessaria una maggiore attenzione nel mantenere le distanze e di utilizzare le mascherine in tutti i luoghi chiusi al pubblico e quando ci si trova in spazi affollati.

Il caso della ragazza asintomatica trovata positiva al coronavirus ha certamente creato un po’ di apprensione tra i cittadini, anche se le autorità sanitarie hanno provveduto a isolare immediatamente le tre famiglie che sono entrate in contatto con la paziente. Ovvero otto persone che dovranno mantenere il regime di quarantena nella propria abitazione. Dopo l’allentamento delle misure restrittive decise dal governo e dalle ordinanze regionali, sono comunque arrivate diverse segnalazioni per alcuni assembramenti nei locali della movida e soprattutto per la mancata applicazione delle corrette distanze tra le persone nella spiaggia di Balai. Nello stesso arenile compare ogni tanto anche il pallone da gioco, nonostante i divieti. Situazioni che dovrebbero essere monitorate continuamente, per evitare di abbassare la guardia in un momento dove quel che conta è il rispetto reciproco. (g.m.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes