Ordigno bellico fatto brillare dai “Sassarini”

SASSARI. Un ordigno bellico ritrovato qualche giorno fa nelle campagne di Pozzomaggiore è stato fatto brillare ieri mattina nella cava di Padria, a cura degli specialisti della Brigata “Sassari”. L'or...

SASSARI. Un ordigno bellico ritrovato qualche giorno fa nelle campagne di Pozzomaggiore è stato fatto brillare ieri mattina nella cava di Padria, a cura degli specialisti della Brigata “Sassari”.

L'ordigno era stato rinvenuto lo scorso 27 agosto, sulle rive di un fiume, da un abitante di Pozzomaggiore , che insospettito ne ha segnalato la presenza alle forze dell’ordine. Sono stati i carabinieri del paese dopo un sopralluogo ad avvisare immediatamente i militari della Brigata Sassari.

Su richiesta della Prefettura sono intervenuti poco dopo gli artificieri del Quinto reggimento Genio guastatori dell’Esercito, di stanza a Macomer. Gli artificieri dopo aver effettuato dei controlli con strumenti radiografici, hanno messo in sicurezza l’ordigno e fatto brillare questo pomeriggio.

Si trattava – hanno appurato i militari – di una granata di artiglieria ad alto esplosivo di fabbricazione Usa, calibro 90 millimetri, risalente al secondo conflitto mondiale.

La bonifica degli ordigni bellici è uno dei compiti peculiari dei reggimenti genio, atto alla la sicurezza dei cittadini.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes