Nel 2021 si replica «Tante le cose da aggiustare»

Nell’attesa del maxi progetto di riqualificazione, che non partirà prima della fine del 2021, ci sarà da rifare il bando per la gestione del numero chiuso, che quest’anno si è aggiudicato la Vosma ma...

Nell’attesa del maxi progetto di riqualificazione, che non partirà prima della fine del 2021, ci sarà da rifare il bando per la gestione del numero chiuso, che quest’anno si è aggiudicato la Vosma ma che, vista la sua natura sperimentale, durava una sola stagione.

«Il progetto resta molto ambizioso – sottolinea il sindaco Antonio Diana – fatto per la prima volta in una spiaggia “urbana” come la Pelosa. Preso ad esempio in tutto il mondo, e citato anche come esempio quando si iniziava a ragionare a livello nazionale di come controllare le spiagge con il Covid in corso».

Molti comunque i punti critici su cui intervenire: «Sappiamo – sottolinea il primo cittadino stintinese – che ci sono correttivi da fare, a iniziare dal coinvolgimento degli alberghi, a cui abbiamo concesso solo a metà stagione di “allegare” alle prenotazioni delle stanze l’accesso alla spiaggia. E finendo con i problemi di linea della zona che hanno impedito di utilizzare il Pos e reso difficile la prenotazione on line prima dell’ingresso in spiaggia».

«Sappiamo – chiude Diana – che non è semplice gestire gli ingressi, anche perché non possiamo bloccare l’accesso al mare. E, anche per questo, abbiamo parlato tanto ma non abbiamo fatto sanzioni. Faremo meglio, questo è certo. Per la nostra Pelosa, paradiso di tutti».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes