Al Segni screening per docenti e studenti

Primo nell’isola, l’istituto ha aderito al protocollo europeo anti Covid. Il dirigente Nieddu: sarà un monitoraggio costante

OZIERI. Uno dei temi caldi che sta tenendo banco, in queste settimane, negli ambienti scolastici in vista della ripresa delle lezioni è quello legato all’esecuzione dei test per la rilevazione del Covid che docenti e non docenti dovranno eseguire.

Il ritardo dei sistemi territoriali e della medicina del territorio, che sarebbero dovuti partire già dal 24 agosto, ha aggiunto incertezza e timore. E allora, a risolvere con piglio deciso la questione per l’istituto “Antonio Segni” di Ozieri, liceo Classico, Scientifico e Scienze umane, ci ha pensato il dirigente Andrea Nieddu con l’adesione a un progetto portato avanti da un’associazione di imprese che prevede una serie di azioni volte alla sensibilizzazione e alla prevenzione del contagio.

L’iniziativa è denominata S.pr.in.t. e si tratta di un protocollo unico a livello europeo; rappresenta uno strumento fondamentale per prevenire il diffondersi dell’epidemia, localizzare e definire le aree interessate da un potenziale contagio, attivare stati emergenziali e misure di sicurezza, effettuare un illimitato numero di test o esami. L’elemento più interessante e innovativo, però, è che i test non saranno effettuati una tantum ma seguiranno un calendario ben definito in modo da sottoporre a monitoraggio continuo tutto il personale che fruirà dei controlli gratuitamente e anche tutti gli studenti che aderiranno e che invece dovranno sostenere un costo di circa ventiquattro euro. «Siamo la prima scuola in Sardegna che ha attivato questo sistema e l’operazione che abbiamo messo in piedi si configura come se fosse realizzata al pari di un’azienda privata con un rapporto datore di lavoro/dipendente – ha detto Nieddu – Ci siamo mossi in modo rapido e con l’adesione a questo progetto riusciremo a tutelare nel modo migliore possibile tutto il nostro personale e anche i nostri settecento studenti».

Verrà allestita nella sede centrale di Ozieri un’apposita area di screening epidemiologico nella quale gli operatori provvederanno a effettuare test sierologici di tipo rapido qualitativo 2019-nCOV e un tampone naso faringeo a risposta rapida al personale docente e non docente che dovrà prenotarsi entro sabato prossimo, iniziando il 18 settembre e proseguendo poi nei mesi di novembre, gennaio e aprile. A disposizione degli studenti che potranno prenotarsi entro il 24 settembre, invece, ci sarà un’unità mobile medicalizzata “Osa Mobile Lab”, adeguatamente equipaggiata per l’esecuzione dei test sierologici rapidi con referto immediato. In questo caso si inizierà il 28 settembre per le sedi di Ozieri, Bono e Pozzomaggiore e si proseguirà lo screening tra il 4 e il 10 novembre, tra l’11 e il 16 gennaio e tra il 7 e il 13 aprile.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes