Terapia intensiva quasi ultimata: ora c’è il rebus del personale

SASSARI. Una delle questioni che l’Aou dovrà al più presto affrontare, sarà quello della nuova terapia intensiva in fase di allestimento al primo piano della palazzina di Malattie Infettive alle...

SASSARI. Una delle questioni che l’Aou dovrà al più presto affrontare, sarà quello della nuova terapia intensiva in fase di allestimento al primo piano della palazzina di Malattie Infettive alle Cliniche di San Pietro. Parliamo della piccola fortezza anti Covid, cioè l’edificio isolato e attrezzato per accogliere e concentrare i positivi e le persone con deficit respiratorio. I posti in terapia intensiva sono già sold out, e quelle sei stanze aggiuntive sono una risorsa preziosa. Il problema è: quali e quanti infermieri potranno lavorare in quel reparto? Infatti la coperta è notoriamente cortissima, e se tiri da una parte lasci sguarnita l’altra. Le assunzioni sono bloccate e in un comparto così delicato è molto difficile dirottare del personale che non è sufficientemente formato. Occorrono appunto degli infermieri di esperienza, pronti a operare tra le mille difficoltà che le precauzioni anti Covid impongono. Quindi il rebus per la dirigenza sarà il seguente: se non è consigliabile arruolare gli infermieri appena assunti, quale altro reparto verrà svuotato da colleghi più competenti? E gli altri primari, come prenderanno l’eventuale “scippo” di personale così valido?

WsStaticBoxes WsStaticBoxes