Sfida a quattro per il dopo Wheeler

Mulas, Pantaleo, Sassu e Satta: la campagna elettorale entra nel vivo. Un esercito di 244 aspiranti consiglieri comunali

PORTO TORRES. Tredici liste di partiti e movimenti politici – con un elenco di duecentoquarantaquattro candidati – si sfideranno in campagna elettorale per un mese con programmi (si spera) e iniziative da sottoporre agli elettori turritani per garantire un futuro migliore alla città.

Gli argomenti non mancano: c’è una città che soffre perché i numeri della disoccupazione sono in aumento, e la gente vuole conoscere quali iniziative di sviluppo i candidati sindaci hanno intenzione di proporre.

Ieri mattina il passaggio della consegna delle liste all’ufficio elettorale è stato alquanto macchinoso, perché trattandosi dell’ultimo giorno utile sono state ritardate tutte le operazioni di controllo sulla documentazione presentata e sulle verifiche dei nomi dei singoli candidati. Nessuna sorpresa comunque rispetto agli ultimi giorni, nel senso che rimangono quattro i candidati in corsa per la poltrona di sindaco di Porto Torres. Sebastiano Sassu per il Movimento 5 Stelle, Massimo Mulas in quota della coalizione di centrosinistra (Pd, Progetto Turritano, Italia in Comune), Alessandro Pantaleo indicato dalla coalizione di centrodestra (Psd’Az, Lega, Cambiando Porto Torres, Civica Popolare, Fratelli d'Italia e Fi) e Franco Satta per la coalizione Civica autonomistica identitaria (lista Franco Satta Sindaco, Progressisti, Fortza Paris e Partito dei Sardi). In tarda mattinata è svanita la possibilità di presentare la lista dei Riformatori. Qualche giorno fa si era impegnata nell’impresa l’ex sindaca Gilda Usai Cermelli, e a supporto c’era la lista Sardegna Vera di Carlo Cossu. Il connubio non è andato a buon fine, e solo il tempo potrà dire se si tratta di occasione persa.

Diverse le curiosità. La lista Psd’Az si poggia sul decano dei consiglieri, Costantino Ligas, su Bastianino Spanu (tra i collaboratori del governatore Solinas) e sul commerciante Emanuele Riu. In lista anche l’ex segretaria dei Quattro Mori Ilaria Faedda e Gianluca Derudas, quest’ultimo fratello dell’assessore Alessandro Derudas, candidato nella lista dei Cinquestelle. Nella Lega il capolista è Pierluigi Molino e l’altro elemento di punta è l’avvocato Ivan Cermelli. Con la lista del Carroccio anche il maestro di karate Paolo Algisi, “avversario” elettorale dell’amico-allievo Antonello Murgia, candidato con Progetto Turritano. Nel Pd c’è un attaccante molto noto, l’ex centravanti della Torres Ioris Gasbarra, poi il capogruppo uscente Massimo Ledda. Italia in Comune propone l’ex consigliera Paola Conticelli e l’ex segretario Cgil Tore Frulio. In lista con Cambiamo Porto Torres c’è l’ex consigliere Michele Colombino, i Cinquestelle puntano sull’assessore Marcello Zirulia e sui consiglieri uscenti e la coalizione civica sull’ex assessore Aldo Fois e sugli ex consiglieri Claudio Piras e Angelo Canu.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes WsStaticBoxes