Porte aperte all’asilo nido il servizio riparte lunedì

L’incarico per la gestione affidato alla cooperativa sociale “La Luna” di Sassari Incarico fino a dicembre, intanto si lavora al nuovo bando per i prossimi tre anni

PORTO TORRES. Il Comune ha finalmente riattivato il servizio di asilo nido affidandolo alla società cooperativa sociale La Luna Scarl di Sassari fino al 30 dicembre 2020 e per un importo complessivo massimo erogabile di 61mila e 706 euro. Il servizio all’asilo “Sabin” per i bambini dai 3 ai 6 anni comincerà lunedì prossimo, secondo comunicazioni dei Servizi sociali, e questa è una notizia lieta per i genitori che avevano espresso alcune lamentale dopo aver iscritto i loro figli nei mesi scorsi. A metà settembre, infatti, erano state pubblicate le graduatorie dei bambini iscritti ma non si erano aperte le porte della struttura di via Principe di Piemonte per l’inizio delle attività ludico-educative. In questi giorni ci sono due operatrici della cooperativa che si stanno occupando della pulizia interna ed esterna dell’immobile comunale, circa 600 metri quadri, provvedendo a rimettere in ordine arredi e suppellettili dopo i mesi di chiusura dovuti alla pandemia relativa al Covid-19. Proprio la situazione epidemiologica in atto ha determinato la necessità di sostenere costi aggiuntivi al fine di rendere l’ambiente di lavoro sicuro, sia per i piccoli utenti del servizio sia per i lavoratori e le lavoratrici, quali l'acquisto di materiale apposito che garantista i giusti distanziamenti sociali e lavorativi. La procedura per l'affidamento del servizio di asilo nido è stata invece eseguita sul portale SardegnaCat, invitando tutti i fornitori iscritti nella categoria “AL96 Servizi Sociali” così come risulta dalla documentazione delle operazioni di affidamento. Alla conclusione delle operazioni di valutazione, l’operatore economico unico partecipante è stata la società cooperativa sociale La Luna Scarl di Sassari, che ha offerto il ribasso percentuale sull’importo posto a base di gara. Nella graduatoria di ammissione al servizio risultano iscritti quaranta bambini: le iscrizioni rimangono comunque aperte, in considerazione della capienza massima di sessanta unità, e le famiglie si possono rivolgere agli uffici del Servizio sociale in viale delle Vigne. Una volta ufficializzata l’apertura dell’asilo nido, la struttura diretta dal dirigente Flavio Cuccureddu sta già lavorando alla predisposizione del nuovo bando di gara per l’affidamento del servizio per i prossimi 3 anni. Attraverso un finanziamento regionale di circa 100mila euro ricevuto dal Comune, inoltre, nella struttura educativa sono previsti importanti interventi strutturali per riqualificare l’asilo. Ossia infissi e pavimentazione nuovi, scrostatura dei muri e tinteggiatura. Un maquillage completo, insomma, atteso da tanto tempo.

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes