Lascia la cocaina nel bagno arrestato dai carabinieri

Il 22enne è stato trovato in un bar di Pozzomaggiore durante i controlli anti covid A Bonorva sanzioni per tre locali che non rispettavano le regole contro il contagio

BONORVA. Stretta dei carabinieri della compagnia di Bonorva che hanno intensificato il numero dei controlli anti covid nel territorio, sia per verificare che i locali rispettino le norme, sia per garantire che durante le ore della “movida” non si creino assembramenti dentro e fuori dai locali.

Un’azione causata dal continuo aumento del numero di contagi e dalle disposizioni normative in continuo aggiornamento, e dalla necessità che vangano scrupolosamente rispettate per il bene di tutti.

E i controlli hanno dato i loro frutti, anche inaspettati. A Bonorva infatti sono scattate le sanzioni amministrative per tre locali del centro cittadino.

Varie le infrazioni. In alcuni casi infatti gli esercenti non avevano esposto i cartelli riportanti il numero di persone massimo cui è consentito l’ingresso, reso obbligatorio dalle ultime disposizioni, che prevedono oltre certi orari il servizio solamente a tavolino. In altri casi i dipendenti del locale, e gli stessi proprietari, non indossavano i previsti dispositivi di protezione individuale.

Nel corso del servizio sono state controllate anche numerose autovetture e persone appiedate, verificando che non si creassero assembramenti nelle piazze principali e che non vi fossero violazioni alla quarantena domiciliare.

Il contrasto alla movida del weekend è stato esteso anche al centro abitato di Pozzomaggiore, e qui i controlli hanno dato un risultato non legato al mancato rispetto delle norme anti covid, ma non per questo meno gravi.

Nel corso di un controllo all’interno di un bar infatti i carabinieri hanno ritrovato appoggiato all’interno del bagno del locale un telefono cellulare con una striscia di cocaina sullo schermo, già preparata e pronta per essere inalata.

A quel punto i militari hanno perquisito gli avventori del bar e chi si era allontanato di recente, e sono riusciti a risalire al proprietario del cellulare e della droga frettolosamente lasciati dentro il bagno del locale.

Nei guai è finito un giovane di 22 anni, trovato in possesso di circa 4 grammi di cocaina divisa in più dosi. Il giovane è stato arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti, e il suo arresto è stato confermato per direttissima ieri mattina al tribunale di Sassari. Per un altro, giovane, di 20 anni, è scattata invece la denuncia, perché trovato a cedere una piccola quantità di cocaina a un coetaneo.

Anche in questo caso i militari della compagnia di Bonorva hanno verificato la regolarità dei locali, e il rispetto delle procedure di sicurezza da parte degli avventori, e delle persone in strada.

I controlli da parte dei militari, e di tutte le forze dell’ordine, proseguiranno nei prossimi giorni in tutti i paesi del circondario

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes