sassari
cronaca

Tragedia alle Tenute Delogu il pm chiede un anno e 4 mesi

SASSARI. «Paride Meloni non avrebbe dovuto avventurarsi senza precauzioni attraverso quel chiusino e questa imprudenza gli è costata la vita. Allo stesso modo, il cantiniere è rimasto vittima della...


05 novembre 2020


SASSARI. «Paride Meloni non avrebbe dovuto avventurarsi senza precauzioni attraverso quel chiusino e questa imprudenza gli è costata la vita. Allo stesso modo, il cantiniere è rimasto vittima della sua stessa sicurezza, così come Pietro Delogu ha dimenticato che la sicurezza sul luogo di lavoro non può essere affidata alla sola iniziativa del lavoratore».

Lo ha detto ieri pomeriggio il pubblico ministero Angelo Beccu che ha chiesto al giudice Elena Meloni la condanna a un anno e quattro mesi di reclusione, con la sospensione condizionale della pena e la non menzione della condanna nel certificato del casellario giudiziale per Piero Delogu (difeso dagli avvocati Nicola Lucchi e Paolo Mele), titolare delle Tenute Delogu a pochi chilometri da Alghero in cui perse la vita Paride Meloni.

L’agrotecnico sassarese di 46 anni era morto tre anni fa dopo aver respirato i gas di fermentazione del mosto messo a riposare in uno dei silos dell’azienda vinicola. Il processo è stato aggiornato a fine mese per le arringhe difensive. (l.f.)



Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.