Alle urne oltre mille elettori

Nel primo turno serve la maggioranza assoluta, poi il ballottaggio

SASSARI. Un meccanismo complesso che porterà al voto oltre mille elettori, ma non tutti i voti avranno lo stesso peso. Lunedì prossimo l’Università si mobiliterà in massa per eleggere il nuovo rettore e a votare saranno tutte le componenti: 593 docenti, 503 dipendenti facenti parte del personale amministrativo, più i rappresentanti degli studenti.

Il loro peso sarà però differente. Se ogni docente avrà un voto che peserà uno, quello degli amministrativi sarà, secondo il regolamento, “ponderato”: ovvero “i voti sono computati nella misura del dieci per cento dei docenti aventi diritto al voto”. Allo stesso modo, valgono uno i voti dei membri del Consiglio degli studenti (in tutto 24) ma quelli dei rappresentanti degli studenti nei Consigli di Dipartimento sono ponderati nella misura corrispondente al numero dei membri del Consiglio degli studenti. Vale un voto intero, infine, quello dei rappresentanti del personale tecnico-amministrativo che sono presenti nel Senato accademico e nel consiglio di amministrazione. Per avere un’idea del numero dei voti in ballo, si può tornare alle elezioni del 2014: Massimo Carpinelli la spuntò su Eraldo Sanna Passino per 387 voti a 355.

Nelle prime due votazioni per vincere serve la maggioranza assoluta. In caso di mancata elezione, si procede con il sistema del ballottaggio tra i due candidati che nell’ultima votazione hanno riportato il maggior numero di voti.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes