Sassari, nonna Peppa: 98 anni speciali con gli auguri del "nipotino" Marco Spissu

Il messaggio dal ritiro della Nazionale la trasforma in star dei social

SASSARI. Tra tutti gli auguri che le sono arrivati in quasi un secolo di vita, di certo un messaggio proveniente dal ritiro della Nazionale ancora le mancava. Ma per Maria Giuseppa Cuccuru, classe 1922, il novantottesimo compleanno è stato speciale in tutti i sensi. Tutto si sarebbe aspettato, “nonna Peppa”, tranne di diventare una star dei social per un giorno.

Tutta colpa, o merito, di quel nipotino speciale che di nome fa Marco Spissu e che di mestiere fa il giocatore di basket professionista. Ieri mattina il play della Dinamo, impegnato a Roma nel ritiro con la nazionale maggiore, ha postato sul suo profilo Instagram un messaggio di auguri rivolto alla nonna paterna, accompagnandolo con una foto nella quale l’anziana signora è in posa con le braccia piegate e i pugni vicini alle orecchie per mettere in mostra i bicipiti. Un gesto portato in casa Dinamo da Achille Polonara e che due stagioni fa, durante la cavalcata che ha portato i biancoblù sino alla finale scudetto, è diventato un vero e proprio segno distintivo di coach Gianmarco Pozzecco, di Jack Cooley e ovviamente dello stesso Spissu.



E siccome, come si diceva una volta a Sassari, se non hai un “ingiugliu” (un soprannome) non sei nessuno, il giovane talento biancoblù ha pensato bene di condire il messaggio di auguri trasferendo alla nonna il soprannome di suo padre Francesco. «Buon 98esimo compleanno nonna Waiss – ha scritto Spissu – non posso essere lì a festeggiarti, ma sono lì con il cuore!!! Ti voglio bene... a zent’anni ??🦾 #Waiss #Flex #98andcounting».

Più di un canestro da oltre l’arco dei 6,75, la “bomba” sganciata di primo mattino sui social ha detonato sulle pagine più frequentate degli appassionati di basket. Il post sul profilo ufficiale di Marco ha toccato presto i 3500 cuoricini ed è stato poi ripreso da La Giornata Tipo: sul profilo Instagram gestito da Raffaele Ferraro i like sono schizzati nel corso della giornata ben oltre quota 20mila; altri 5mila con oltre 100 condivisioni su Facebook e ancora un mare di condivisioni su twitter.

Insomma, Marcolino Spissu è riuscito ad “apparecchiare” per nonna Peppa un super compleanno, che la signora ha potuto virtualmente festeggiare con non meno di 100mila persone di ogni angolo d’Italia. Da notare come ad accodarsi agli auguri siano stati tantissimi tifosi di altre squadre, comprese quelle rivali.

Marco Spissu, come detto, in questi giorni si trova a Roma in ritiro con il gruppo che Meo Sacchetti ha pre-selezionato in vista del doppio impegno in programma in Estonia tra sabato e lunedì. I convocati sono 16 e tra loro il commissario tecnico sceglierà alla fine i 12 elementi che domani decolleranno alla volta di Tallin: nella “bolla” allestita nella capitale estone gli azzurri sfideranno sabato la Macedonia del Nord e lunedì la Russia, in gare valide per la qualificazione a Eurobasket 2022.

Per il numero zero del Banco di Sardegna, che ha vestito la casacca azzurra di tutte le selezioni giovanili, si tratta della seconda convocazione nella nazionale maggiore: lo scorso mese di febbraio, poche settimane prima dello stop di tutti i campionati per la pandemia, Spissu ha fatto in tempo a debuttare a Napoli contro la Russia (10 punti realizzati e 10 assist), per poi fare il bis tre giorni più tardi in casa dell’Estonia (9 punti). Marco Spissu,1985, non è il primo sassarese a vestire la maglia dell’Italia: prima di lui ci sono stati Emanuele Rotondo e Massimo Chessa, mentre in campo femminile ci sono arrivate le sorelle Serradimigni, Roberta (alla quale è intitolato il palazzetto di piazzale Segni) e Nunzia, che è stata la primissima allenatrice di Marco.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

WsStaticBoxes WsStaticBoxes