Nulvi, si insediano Consiglio e giunta

Il sindaco Antonello Cubaiu, al secondo mandato, avrà quattro assessori

NULVI. Nel corso della sua prima seduta, in un’aula tristemente vuota in quanto non aperta al pubblico a causa dell’emergenza sanitaria, si è insediato nei giorni scorsi il nuovo consiglio comunale di Nulvi. Il sindaco Antonello Cubaiu inaugura così il suo secondo mandato alla guida del paese. «È triste vedere quest’aula senza i rappresentanti della minoranza – ha commentato Cubaiu – ed è stato amaro non avere antagonisti nella campagna elettorale. Così come è stato amaro non poter entrare nelle case per sentire i nostri cittadini, annullare il comizio e anche sapere che molti non hanno potuto votare a causa della quarantena. È amaro anche constatare che il virus sta mettendo in ginocchio il paese sul profilo sanitario ma anche su quello sociale, economico e finanziario. Dobbiamo essere perciò uniti e fare squadra».

Ad ognuno dei dodici consiglieri eletti della lista “Iddha Mia” è stata assegnata una specifica delega. Della giunta faranno parte i tre assessori uscenti e Mario Latte, giovanissimo candidato che ha raccolto un’infinità di voti di preferenza. Elvira Decortes sarà ancora la vicesindaca con deleghe all’Istruzione, cultura e spettacolo. Francesco Caddeo ha avuto invece la delega di assessore alla Programmazione, bilancio e finanze, Marta Meloni quella di assessora alle Politiche socio-assistenziali e della famiglia e Mario Latte quella di assessore all’Assetto territoriale, urbanistica, edilizia privata, lavori pubblici e attività produttive.

Deleghe specifiche anche per i consiglieri Vincenzo Renda, che si occuperà delle politiche dello sport, Elisa Buscarinu dell’organizzazione e gestione del personale e del coordinamento operativo dei servizi manutentivi, Davide Murgia delle politiche di efficientamento energetico degli impianti ed edifici pubblici, Giuseppe Pes della valorizzazione delle tradizioni e costumi locali, Barbara Cadeddu delle politiche giovanili e associazionismo, Paola Vannini della valorizzazione dei siti archeologici del territorio, Roberto Tedde della valorizzazione ambientale, decoro urbano e del centro storico e del progetto “Case a 1 euro”. Infine Cristina Posadinu alla viabilità rurale.

Mauro Tedde



WsStaticBoxes WsStaticBoxes