Vengono da 114 paesi ma i numeri sono in calo

SASSARI. Nonostante spesso si abbia la percezione di una città “invasa” dagli immigrati arrivati dai quattro angoli del mondo i numeri raccontano un’altra storia.Sassari infatti, se da una parte è...

SASSARI. Nonostante spesso si abbia la percezione di una città “invasa” dagli immigrati arrivati dai quattro angoli del mondo i numeri raccontano un’altra storia.

Sassari infatti, se da una parte è affettivamente una “babele” che ospita ben 114 nazionalità (oltre, naturalmente, agli italiani), non ha decisamente una percentuale di residenti stranieri “impattante”. Nel 2019 sono infatti 5.610 unità, e rappresentano solo il 4,4% del totale della popolazione. Il numero di cittadini stranieri è in tendenziale aumento negli ultimi cinque anni, anche se non con cifre altissime: nel 2015 erano 4244, nel 2016 4499, nel 2017 erano 5319, e l’anno dopo 5479. Il perché la percezione della loro presenza sia così distorta, al netto dei problemi “culturali”, nasce dal fatto della concentrazione delle comunità in zone ben precise della città. La nazionalità più rappresentata è quella dei senegalesi, con il 16,9% del totale. È in lieve calo la percentuale dei cittadini di nazionalità romena e cinese che passano, rispettivamente, dal 18,1% del 2015 al 16,1% nel 2019, e dal 11% al 9,3%.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes