«L’Aou deve poter assumere infermieri da Ats e Brotzu»

SASSARI. Mentre l’Azienda ospedaliera universitaria fatica a reperire infermieri, Oss e altre figure delle professioni sanitarie, ecco che non può più attingere alla sua graduatoria, ormai esaurita,...

SASSARI. Mentre l’Azienda ospedaliera universitaria fatica a reperire infermieri, Oss e altre figure delle professioni sanitarie, ecco che non può più attingere alla sua graduatoria, ormai esaurita, ma nemmeno a quella dell’Ats. Una “stortura burocratica”, a cui chiede di mettere fine il Nursing Up, sindacato degli infermieri. In un lettera inviata ai presidenti della Regione e del consiglio regionale, all’assessore regionale alla Sanità, al sindaco di Sassari, e ai commissario Ats e Aou, il segretario dell’organizzazione sindacale Alessandro Nasone chiede che l’Azienda universitaria venga autorizzata con urgenza a una nuova selezione per infermieri e a utilizzare le graduatorie di Ats e dell’ospedale cagliaritano Brotzu.

«L’assistenza all’interno dell’Aou di Sassari è ormai al limite del collasso, con reparti trasformati nel giro di pochissime ore in reparti Covid – scrive Nasone – e tutto ciò non ha fatto altro che portare alla luce, se ce ne fosse ancora la necessità, la gravissima carenza di personale sanitario. A questa carenza si è cercato di ovviare tramite assunzioni interinali per tamponare le falle che via via si creavano in ogni singolo reparto. La graduatoria degli infermieri dell’Aou è ormai usata e abusata e l’unica ancora in piedi è quella di Ats, all’interno della quale troviamo tantissimi professionisti che stanno, ormai da mesi, prestando servizio nei nostri reparti, tra cui Terapia Intensiva, Pronto Soccorso e Malattie Infettive». Il paradosso è che «nelle ultime settimane questi professionisti hanno ricevuto la chiamata di Ats, la quale nei suoi telegrammi si è “ scordata” di inserire, fra le destinazioni possibili, anche l’Aou di Sassari – afferma Nasone –. Ora la coperta è talmente corta , che sarebbe utile che le aziende sarde evitino di rubarsi a vicenda personale e sarebbe cosa utile che Ats permettesse ad Aou di chiamare dalla sua graduatoria sia il personale che attualmente lavora nei propri reparti, ma anche ulteriore personale sanitario per garantire all’ospedale di riferimento del nord Sardegna di poter erogare un’assistenza sanitaria adeguata. O altrimenti gli ospedali sassaresi andranno al collasso».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes