Nel bar dopo le 18, multati barista e 8 avventori

Uno dei clienti del locale di Burgos ha minacciato i carabinieri colpevoli di aver interrotto la “festa”

SASSARI

Alcuni seduti comodamente al tavolino, altri poggiati al bancone con i bicchieri di birra pieni e con nessuna intenzione di rientrare a casa nonostante fossero passare le 18.

Quando i carabinieri sono entrati in un bar di Burgos qualche giorno fa per far rispettare una delle norme imposte dalla pandemia, quella che impone la chiusura dei bar proprio alle 18, uno degli avventori ha addirittura minacciato i militari di fargliela pagare.

Il controllo straordinario del territorio è scattato giovedì sera ed è proseguito per tutta la notte. I carabinieri della Compagnia di Bono hanno elevato in tutto 11 contravvenzioni tra Bono e Burgos durante la notte.

Otto di loro sono stati multati all’interno del bar nel centro del paese dopo essere stati identificati e invitati a rientrare a casa. Sanzione da 400 euro anche per il titolare del bar.

Durante il controllo, uno dei clienti ha minacciato i carabinieri di ritorsioni qualora avessero elevato il verbale e per questo motivo è stato anche denunciato.

È stata inoltre proposta una sospensione dell’attività dell’esercizio pubblico con cinque giorni di chiusura. Nel comune di Bono, invece, tre persone sono state multate per essere state fermate mentre circolavano per strada oltre le ore 22 per giunta senza mascherina .

Ad Ozieri, invece, un allevatore di 34 anni, sottoposto all’obbligo di dimora presso la propria abitazione con divieto di incontrare altre persone, è stato denunciato perché durante un controllo in orario notturno, è stato trovato dai carabinieri della sezione radiomobile in compagnia di un amico, a sua volta multato per aver violato il coprifuoco.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes