Covid, nuovo focolaio a Sassari: 14 pazienti positivi al Santissima Annunziata

Nel reparto di Medicina uomini, ora tampone per tutto il personale

SASSARI. Nuovo focolaio Covid all'ospedake Santissima Annunziata di Sassari. "E' stato individuato questa mattina 22 gennaio un cluster di positività al Covid-19 tra i pazienti del reparto di Medicina interna uomini del Santissima Annunziata. A essere positivi - è scritto nella nota dell'azienda -, dopo un'indagine avviata dall'Aou di Sassari sono stati 14 pazienti, mentre gli altri 19 ricoverati sono risultati negativi. Risultano inoltre negativi, al momento, anche gli operatori sanitari in servizio.

«Si è intervenuti prontamente - afferma il direttore del reparto, Franco Bandiera - ed è stata avviata una indagine epidemiologica per capire come si sia verificato questo cluster. E' possibile che alcuni pazienti, ai quali in ingresso al Pronto soccorso era stato effettuato un tampone risultato sulle prime negativo, fossero in fase di incubazione e si siano positivizzati dopo alcuni giorni. Questo vuol dire che il virus non è stato contratto in reparto. Tutti i pazienti positivi sono stabili e non hanno insufficienza respiratoria legata al Covid».

I ricoveri sono stati temporaneamente sospesi. Il reparto resta però attivo, con pazienti all'interno, ma in questo modo si impedisce a nuovi pazienti di entrare in contatto con il cluster. I negativi intanto vengono messi in stanze singole, monitorati costantemente dal personale medico e infermieristico, in attesa si completi il possibile periodo di incubazione virale. In queste ore sono in fase di completamento i trasferimenti dei pazienti positivi nei reparti Covid.

"Il cluster di Medicina interna - è scritto ancora nella nota - è stato prontamente individuato anche grazie alle recenti “linee di indirizzo sull'uso appropriato dei test diagnostici per Sars Cov-2 e la loro interpretazione clinica” approvate dalla direzione generale dell'Aou di Sassari. Un protocollo, quello licenziato dalla direzione, che rappresenta un passo avanti nella diagnostica del coronavirus e fa il punto sulle strategie diagnostiche del Covid, alla luce delle ultime acquisizioni tecniche e scientifiche. Nello protocollo si prevede oltre ai tamponi in ingresso fatti in Pronto Soccorso anche ulteriori tamponi a 48 ore dal ricovero. Grazie a questo nuovo protocollo è stato possibile identificare immediatamente il nuovo cluster. Adesso si andrà avanti per 10 giorni (dal momento dell’individuazione dell’infezione) con tamponi ogni 48 ore e con l'osservazione di pazienti e operatori, sino alla conclusione del periodo di incubazione".

Due settimane fa era stato individuato un cluster in Clinica Medica "che oggi risulta completamente isolato", si precisa nella nota.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes