Consiglio regionale, Satta: "Revocate la nomina al commissario della Assl di Sassari"

Il Rizzeddu di Sassari

Il caso della grande tenda del Rizzeddu che secondo le accuse non sarebbe mai stata utilizzata per lo scopo previsto

CAGLIARI. Una mozione per chiedere la revoca dell'incarico di commissario straordinario della Assl di Sassari è stata presentata in Consiglio regionale su iniziativa del gruppo dei Progressisti, primo firmatario Gianfranco Satta. Il documento è legato alla vicenda della tendocopertura da 300 metri quadri installata nel complesso sanitario di Rizzeddu, a Sassari, noleggiata al di fuori delle regolari procedure amministrative e mai utilizzata per lo scopo che era stato prefisso.

Già il 7 gennaio Satta e i Progressisti - spiega una nota - avevano presentato un'interrogazione al presidente della Regione e all'assessore alla Sanità: la determinazione adottata dall'Assl di Sassari presentava infatti lacune e anomalie su diversi aspetti a iniziare dai costi per il nolo, che per soli due mesi venivano indicati in oltre 81.000 euro. Dalla Giunta nessun riscontro, a oggi: «Rispose la Assl, il giorno seguente, con una nota pubblicata sul sito istituzionale, parlando di un mero errore materiale nella predisposizione dei documenti - ricorda Satta -. A seguito di questa segnalazione sono intercorse una serie di interlocuzioni tra la Direzione Generale della sanità, l'Ats Sardegna e la Assl di Sassari che hanno messo in risalto problemi ben più gravi rispetto a quelli ipotizzati». (ANSA).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes