Vaccini, incompleto l’elenco degli anziani

Diversi medici di famiglia non hanno fornito i riferimenti dei pazienti. Manca: «Ci sono 70 rinunce»

PORTO TORRES. La campagna vaccinale per i cittadini ultraottantenni dovrebbe riprendere domani pomeriggio nella sala “Filippo Canu”. Il condizionale è d’obbligo perché diversi medici di famiglia non hanno ancora consegnato i numeri di telefono di alcuni pazienti anziani, per essere poi contattati, e questo non permette di avere una sicurezza sul numero delle persone che devono ricevere la prima dose del vaccino.

A una situazione che appare già di per sè incredibile – considerando il lavoro portato avanti dall’organizzazione nei giorni precedenti – si aggiunge anche il numero degli over 80 che non vogliono ricevere il vaccino anti-covid. Si tratta di un numero consistente (70 anziani), su cui possono intervenire solo i familiari per cercare di convincerli a farsi inoculare la prima dose.

«Purtroppo mancano ancora troppi numeri di telefono per poter contattare gli ottantenni – dice il medico in pensione Giovanni Manca – e in troppi hanno rifiutato il vaccino: faccio appello ai figli degli anziani affinché forniscano i numeri di telefono dei propri genitori al medico di famiglia o presso la sala Filippo Canu o al numero 079-514551 come già comunicato, e facciano opera di convincimento affinché tutti accettino la vaccinazione. Questo rappresenta l’unico mezzo per proteggere i nostri nonni, i più vulnerabili, e poter riprendere a vivere con più serenità». Per maggiore tranquillità, nessuno dei circa 1000 vaccinati ha lamentato disturbi o effetti collaterali. Il coordinatore dell’emergenza pandemica per la zona nord della Sardegna, Marco Guido, attende solo l’elenco degli ultraottantenni per preparare la dose dei vaccini per mercoledì: «Verrò personalmente a Porto Torres insieme al personale sanitario, per continuare come previsto e al meglio la campagna vaccinale». (g.m.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes