Sotto quel tetto la storia e i ricordi di una famiglia

La casa di Palmadula l’aveva comprata 80 anni fa il nonno dei Massetti-Zara. Poi il proprietario era diventato uno zio, morto improvvisamente nel 1995, senza testamento ma con una lunga scia di...

La casa di Palmadula l’aveva comprata 80 anni fa il nonno dei Massetti-Zara. Poi il proprietario era diventato uno zio, morto improvvisamente nel 1995, senza testamento ma con una lunga scia di debiti. I familiari non trasferiscono subito la proprietà e la casa viene requisita dal tribunale. Il valore del bene stimato è di 129mila euro. Così i parenti cercano di recuperare i soldi, contattano il curatore fallimentare manifestando l’interesse a riacquistare l’immobile, e nel frattempo aspettano che, dopo qualche asta deserta, il prezzo diventi abbordabile.

Sembra che con 35mila euro l’affare si possa chiudere. Poi c’è anche la legge sull’usucapione, che sembra remare a favore. Invece all’asta privata nel settembre 2014 si presenta anche il parroco, che al settimo rilancio si aggiudica il bene per 80mila euro. E dopo 7 anni ottiene lo sgombero.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes