Stefano Masala finito in trappola Mulas un fantasma

Ci sono almeno altri due casi noti in provincia di Sassari di scomparsi mai più ritrovati. E purtroppo anche per queste vicende non si cercano più persone vive ma cadaveri. Gli inquirenti non hanno...

Ci sono almeno altri due casi noti in provincia di Sassari di scomparsi mai più ritrovati. E purtroppo anche per queste vicende non si cercano più persone vive ma cadaveri. Gli inquirenti non hanno dubbi sulla sparizione di Stefano Masala (nella foto), il 29enne di Nule che manca da casa dal 7 maggio 2015. Era uscito a bordo della Opel Corsa del padre. La cronaca delle ore successive si spostò a Orune, dove un ragazzo di 19 anni, Gianluca Monni, venne ucciso mentre aspettava l’autobus per andare a scuola a Nuoro. Secondo la ricostruzione dell’accaduto, gli assassini viaggiavano sulla Opel di Stefano Masala. E il ragazzo, attirato in una trappola, sarebbe poi stato fatto sparire essendo un testimone scomodo.

Anche in questa storia c’è chi sa e potrebbe almeno fare ritrovare il corpo del ragazzo come disperatamente chiede il padre, ma non c’è mai stata neppure una indicazione. Neanche anonima.

Ancora più indietro negli anni bisogna tornare invece per la scomparsa di Piero Mulas, imprenditore di Bono sparito nel 2010. Si erano perse le tracce durante un viaggio verso il Cagliaritano, era in auto con un compaesano al quale voleva vendere un supermercato. L’altro venne ritrovato svenuto e ferito a Cagliari: raccontò di essere stato aggredito da tre uomini mascherati. Mulas invece non è mai tornato a casa.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes