Aggredisce la fidanzata e le porta via il telefonino

SASSARI. Rapina, maltrattamenti in famiglia e porto abusivo di oggetti atti ad offendere: con queste accuse i carabinieri della stazione hanno arrestato - in un paese dell’hinterland sassarese - un...

SASSARI. Rapina, maltrattamenti in famiglia e porto abusivo di oggetti atti ad offendere: con queste accuse i carabinieri della stazione hanno arrestato - in un paese dell’hinterland sassarese - un 35enne che, nella tarda mattinata di ieri, dopo una lite con la fidanzata convivente l’aveva aggredita fisicamente e le aveva sottratto il telefono cellulare, per poi scappare via.

Rintracciato poco più tardi dagli operatori della pattuglia, l’uomo è stato sottoposto a perquisizione personale e trovato in possesso di tre coltelli a serramanico del tipo “pattadese”.

La donna ha poi raccontato ai carabinieri di essere stata oggetto, da parte del fidanzato, di maltrattamenti che andavano avanti ormai da diversi anni.

Nei confronti del 35enne è scattato l’arresto, e dagli accertamenti eseguiti dai militari è emerso che l’uomo era già gravato dalla misura di divieto di detenzione armi. Una prescrizione rigida che il 35enne ha trasgredito visto che è stato trovato in possesso di tre coltelli

WsStaticBoxes WsStaticBoxes