Il bullismo visto dagli studenti liceali

Ozieri, all’assemblea d’istituto del Segni gli esperti hanno dialogato con i ragazzi

OZIERI. Assemblea di istituto online dei licei Classico e Scienze umane del Segni di Ozieri, dal titolo “Dal bullismo al cyberbullismo. Non è un gioco da ragazzi”.

Il tema centrale del bullismo è stato sviscerato da tutti i punti di vista – sociale e giuridico, con l’illustrazione della legge 71 del 2017 e un excursus sulla fondazione intitolata a Carolina Picchio che segue e studia la situazione in Italia – come fenomeno ma anche come sintomo di un malessere generale o personale. Tante le domande degli studenti, anche se in maggioranza affidate al tramite del rappresentante degli studenti Alessio Carta, che ha moderato il dibattito con la psicologa Tamara Collu (coordinatrice regionale del citato dipartimento). Intensa e coraggiosa è stata la testimonianza data mettendoci volto e voce da Claudia, ragazza che ha rivelato di essere stata oggetto di bullismo alle medie e di aver affrontato la cosa confidandosi con la madre e, dopo l’elaborazione della cosa, ignorando i bulli.

Un esempio per tutti, come hanno ribadito la senatrice Mariella Rizzotti della commissione di inchiesta su Femminicidio e Violenza di genere e la deputata Giusy Versace della commissione Infanzia e Adolescenza. La testimonianza di quest’ultima (coordinatrice nazionale del citato dipartimento) è stata intensa, perché la Versace è non solo donna in carriera ed esponente politica ma anche atleta paralimpica (a 28 anni perse entrambe le gambe in un grave incidente). Erano inoltre presenti all’evento, oltre al dirigente Andrea Nieddu, l’avvocato minorile Alessandra De Febis e la giornalista e psico-sessuologa Valentina Li Puma gli onorevoli Ugo Cappellacci, commissione Affari esteri, e Pietro Pittalis, commissione Giustizia. (b.m.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes