Lavori in vista al porto di Castelsardo

La giunta dà il via agli appalti per il ponte pedonale e i servizi in banchina

CASTELSARDO. Andranno finalmente a gara d'appalto i lavori dell’atteso intervento di rimozione e sostituzione del ponticello pedonale in legno del porto turistico di Frigiano. Il progetto esecutivo è stato, infatti, recentemente approvato in giunta. «Le lungaggini legate alla pandemia per noi non hanno mai rappresentato una scusa – ha puntualizzato l’assessore agli affari portuali Giuseppe Corso –, abbiamo fatto ogni sforzo utile per portare avanti i lavori in tempi ragionevoli. Ora, finalmente, si potrà bandire la gara, con i tempi dettati dalla normativa».

Il ponte, che collega la banchina di levante con quella lungo la strada statale, è stato realizzato negli anni 2006-2007. In precarie condizioni, il passaggio era stato interdetto per motivi di sicurezza. L'intervento risolutivo prevede una spesa di circa 187 mila euro, sul più ampio finanziamento di 500mila euro assegnato all’ente locale dalla Regione nel 2013. «Se si fosse provveduto sin dall’inizio, con cadenza periodica, alle dovute manutenzioni, il declino sarebbe stato più graduale – afferma l'assessore ai lavori pubblici e alle manutenzioni Roberto Pinna –: non ci troveremmo, oggi, a dover sostituire tutta la struttura. Fortunatamente non si sono mai verificati incidenti nella navigazione o danni alle persone».

Con la nuova progettazione, si è provveduto, pur non alterando le caratteristiche dell’opera preesistente, ad adottare alcuni espedienti tecnici, come il rivestimento delle travi e la zincatura a caldo dei profili di acciaio, grazie ai quali il nuovo ponte sarà più duraturo. Altri interventi sono stati approvati, nella stessa seduta, per l'ammodernamento dell’area destinata alla pesca professionale. Recentemente sono inoltre stati predisposti nuovi impianti di acqua e corrente elettrica a servizio della pesca, si è provveduto al ripristino delle canalette e delle copertine ammalorate e al posizionamento in banchina delle nuove colonnine a scheda poste a servizio del comparto, che renderanno possibile ottimizzare i consumi per il settore.

«Abbiamo subito riscontrato – conclude l'assessore Corso – le problematiche su quali si erano fossilizzati i precedenti amministratori, ma con buona volontà e con la stretta collaborazione del nostro ufficio tecnico, procedure arenate da tempo hanno trovato nuova luce».

Donatella Sini

WsStaticBoxes WsStaticBoxes