«Saremo pronti nell’estate del 2023»

Cermelli (Spf Multiservice): documenti in regola, è una grande responsabilità

SORSO. Due milioni di investimento, due anni di lavori, la speranza di essere parzialmente operativi già la prossima estate. E aspettative alte: «Questo è un sito con una memoria storica, abbiamo una grande responsabilità sotto tutti i punti di vista – dice Pierpaolo Cermelli, il titolare della società SPF Multiservizi che si è aggiudicata il bando –: anche quello ambientale. Sappiamo che la parte delle demolizioni sarà la più delicata, seguiremo rigorosamente i piani del Comune e della Provincia, abbiamo tutte le autorizzazioni e sono tante. Le associazioni ambientaliste? Non abbiamo mai avuto modo di confrontarci, in compenso siamo sicuri di aver sentito tutti gli enti competenti e aver soddisfatto le loro richieste».

Sul tipo di intervento, Cermelli commenta che «vent’anni fa si poteva pensare di fare qualcosa per salvare la struttura. Ora il degrado è irreversibile. Entro fine giugno speriamo di aver effettuato gran parte della ripulitura e poter già offrire dei servizi. E speriamo, soprattutto, di essere operativi nell’estate del 2023. A regime questo stabilimento avrà 800 ombrelloni e darà lavoro a settantadue persone, avremo spazi per gli spettacoli e gli sport estivi, parcheggi, un’area dedicata ai bambini. Vogliamo che resti tutto in questo territorio: sarebbe molto facile, credetemi, dare in gestione tutto a qualche operatore della Riviera Adriatica ma il senso dell’operazione non è questo».

L’ingegner Giovanni Giraudi, progettista e direttore dei lavori, ha aggiunto che «ricostruiremo senza stravolgere, in particolare la struttura principale, e riproporremo la caratteristica torretta come “trait d’union” col passato. I casotti invece non verranno ricostruiti. Nel nuovo stabilimento utilizzeremo anche materiali nuovi e fonti energetiche alternative».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes