Finalmente vaccinata la nonnina di 96 anni

Michelina Paba aveva prenotato a marzo ma i medici solo ieri mattina si sono presentati a casa sua

SASSARI. Ha atteso quasi due mesi e ieri mattina Michelina Paba, 96 anni, è stata finalmente vaccinata. Non che fosse così entusiasta della visita dei medici a domicilio, e soprattutto dell’armamentario di aghi e siringhe che portavano appresso. Lei, a dirla tutta, non moriva dalla voglia di sottoporsi alla prima dose. Però per fortuna nessuna controindicazione, e la nonnina ha reagito benissimo al Pfizer.

In tutte queste settimane di attesa era rimasta l’unica in famiglia a non essere immunizzata dal covid. La prima ad essere prenotata, e l’ultima a ricevere la dose. Nel frattempo i figli, le due badanti, e tra poco anche i nipoti si erano sottoposti al vaccino. Michelina Paba, che non è più autosufficiente e non poteva essere trasportata all’hub di Promocamera, aspettava che i medici svolgessero il servizio a domicilio. L’Ats ha previsto una squadra che si occupa proprio dei soggetti fragili, allettati o non in grado di deambulare. Ma la prenotazione di Michelina, fatta a marzo e poi riaccordata più volte telefonicamente, non aveva avuto alcun seguito.

La nonnina, in ogni modo, è in buona compagnia, perché i ci sono diversi ultraottantenni nella identica situazione: con prenotazione fatta, ma poi mai più ricontattati per l’appuntamento definitivo. O ancora ricontattati, ma poi nessun medico che si è presentato a domicilio.

Anche in questo caso familiari ormai tutti vaccinati, mentre il più anziano, e anche il più a rischio, in attesa della prima dose.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes