Un malore alla guida fatale per padre Valerio

Ozieri. Il vicario della parrocchia del Santo Bambino di Praga è morto ieri  La sua Opel si è scontrata contro altre auto parcheggiate, inutili i soccorsi 

OZIERI. A un anno dalla scomparsa del parroco di Santa Lucia don Uccio Spanu, stroncato da un infarto, la Chiesa di Ozieri piange un altro dei suoi padri spirituali, vittima a sua volta di un malore mentre si accingeva a lasciare la parrocchia. È andato via così padre Valerio Ginesi, vicario della parrocchia del Santo Bambino di Praga, ieri mattina intorno all’una. Il religioso era al volante della sua Opel Astra e stava rientrando a casa, nella canonica della parrocchia, ha accusato un malore e la sua auto è andata a finire sul marciapiede sbattendo contro un’altra che si trovava lì parcheggiata. Sul posto è arrivata l’ambulanza medicalizzata Mike 04 del pronto soccorso dell’ospedale Segni di Ozieri: estratto il corpo del religioso dall’auto, gli operatori non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. Sul luogo anche i carabinieri della compagnia di Ozieri e i vigili del fuoco, che hanno spostato le automobili mettendo in sicurezza la strada. Tutto si è consumato nel giro di pochi minuti, ed è bastato pochissimo anche perché la notizia si diffondesse a Ozieri rapida come solo le brutte notizie sanno essere.

Nato nelle Marche a Fivizzano (Macerata) il 21 agosto del 1947 e ordinato il 20 giugno del 1974, padre Valerio Ginesi, dell’ordine dei carmelitani, era vicario parrocchiale della chiesa del Santo Bambino di Praga dallo scorso ottobre, nominato dal vescovo monsignor Corrado Melis dopo i sopraggiunti limiti di età del parroco padre Giuliano Bertoni e l’affidamento formale della rettoria al parroco della Cattedrale don Antonello Satta. Ma padre Valerio era nella chiesa del Santo Bambino di Praga e nel convento carmelitano da tantissimi anni, essendo giunto a Ozieri alla fine degli anni Settanta dal convento di Sindia per curare, ai tempi con padre Amedeo e padre Emanuele, la vita pastorale della parrocchia che, con il convento, era stata fondata nel quartiere di San Leonardo nel 1964 e che ne costituisce tuttora il cuore pulsante e il collante della comunità. Padre Valerio esercitava la cura pastorale con fede e un grande senso di carità, che dimostrava anche con un costante servizio di assistenza spirituale alle persone anziane e malate anche nelle abitazioni e nelle case di riposo. La sua morte lascia un grande vuoto nella comunità, e non solo in quella parrocchiale del Santo Bambino di Praga e del quartiere di San Leonardo. Sulle cause del decesso non c’è stato purtroppo molto da indagare, poiché è stato da subito chiaro che si sia trattato di un malore. Un malore improvviso, in una giornata caldissima e dopo una mattinata magari intensa, perché padre Valerio Ginesi, pur con gli acciacchi dei suoi 74 anni, non aveva mai manifestato particolari problemi di salute. La salma è stata affidata alla famiglia carmelitana e già da ieri pomeriggio è stata aperta la camera ardente in parrocchia. I funerali si terranno domani 2 giugno alle 15,30.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes