Sassari, gremio dei Viandanti in festa: Babudieri sarà socio d’onore

Domenica 6 giugno (Corpus Domini) riconoscimenti al direttore di Malattie infettive e a Fadda (Character)

SASSARI. La pandemia non ha mai fermato le attività del gremio dei Viandanti che ora si prepara a celebrare due giornate importanti. Domani la memoria dell’esposizione della Vergine del Buon Cammino sull’altare papale avvenuta il 4 giugno 2017. E domenica, per il Corpus Domini, ci sarà la festa del Sorteggio degli obrieri e del Giuramento dei gremianti. In questa occasione verrà conferita la nomina di socio d’onore a Sergio Babudieri, direttore del reparto di Malattie infettive «che in questo tempo di pandemia – ha spiegato il segretario del gremio, Cristian Zedda – oltre al lavoro straordinario negli ospedali cittadini è anche stato particolarmente presente agli appuntamenti del gremio». Nomina di socio d’onore anche per Antonello Fadda, responsabile di Character, azienda leader nel territorio nel settore pubblicitario. «Anche lui distintosi per senso di vicinanza alla tradizione del gremio e devoto alla Vergine del Buon Cammino».

«Dopo aver celebrato il mese mariano con l’esposizione del simulacro miracoloso – dice ancora Zedda – su richiesta del parroco padre Pietro Pigozzi e accogliendo l’invito di Papa Francesco per implorare la fine della pandemia, ora i Viandanti ricordano i quattro anni dall’esposizione della Vergine sull’altare papale quando al pontefice venne donato il candeliere d’oro speciale». Domani alle 19 messa a Sant’Agostino mentre domenica il gremio celebrerà, in occasione del Corpus Domini, la festa del Sorteggio degli obrieri e del Giuramento dei gremianti. Alle 11 il Gremio si riunirà nella cappella di sua proprietà e procederà all’antico e suggestivo rito alla presenza del direttore spirituale monsignor Antonio Tamponi, vicario generale dell’arcivescovo. Quindi il conferimento delle nomine dei due soci d’onore. Il sorteggio degli obrieri segnerà una nuova importante tappa nel cammino del gremio che, seguendo le indicazioni dell’arcivescovo Gian Franco Saba, non ha mai cessato la sua attività. «Anche lo scorso agosto venne celebrata la festa grande della patrona con l’unica processione cittadina che portò il simulacro miracoloso davanti agli ospedali. Anzi, le restrizioni delle manifestazioni tradizionali hanno potenziato i momenti di preghiera e di carità. Ogni seconda domenica del mese, infatti, si celebra a Sant’Agostino una solenne funzione mariana che è diventata, per volontà del seminario arcivescovile, anche un’occasione vocazionale».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes