Spaccio ai Giardini, arrestati due venticinquenni

Uno dei due giovani bloccati dalla polizia locale è stato sorpreso con 50 grammi di marijuana negli slip

SASSARI. Quando ha visto gli agenti della polizia locale andargli incontro ha deciso di darsela a gambe e ha tentato di nascondersi all’interno del vicino centro commerciale “Corte Santa Maria”.

Ha fatto poca strada un venticinquenne pakistano, già raggiunto da un provvedimento di espulsione a cui ha fatto opposizione, fermato poco dopo dagli uomini del comando di via Carlo Felice al termine di un breve inseguimento.

Negli slip il giovane aveva nascosto cinquanta grammi di marijuana e in tasca aveva un coltello a serramanico. Per lui è scattato immediatamente l’arresto con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti e porto abusivo di coltello.

In manette, con l’accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, poco prima era finito anche un venticinquenne di Osilo che aveva reagito con violenza a un controllo degli agenti.

Gli uomini della polizia locale nel primo pomeriggio di martedì avevano predisposto un servizio antidroga all’interno dei giardini pubblici di via Tavolara, ripopolatisi nelle ultime settimane di decine di giovani. Una pattuglia aveva visto che vicino alla fontana di San Francesco, nella parte bassa del parco pubblico, molti ragazzini si avvicinavano ad alcuni giovani e scambiavano velocemente soldi con sostanze stupefacenti.

Dopo un’ora di appostamenti, la pattuglia ha chiesto rinforzi ed è intervenuta. Prima di tutto ha fermato e identificato i ragazzini, che hanno confermato di aver ricevuto delle dosi di marijuana. A quel punto gli agenti hanno avvicinato quattro adulti, due dei quali da subito sono apparsi più attivi nello scambio.

Uno è fuggito ma è stato fermato poco dopo in viale Mancini da una pattuglia di motociclisti arrivata di rinforzo. Il venticinquenne, osilese residente a Sassari, ha opposto resistenza, anche con violenza, soprattutto nei confronti di due agenti ed è stato arrestato

Ieri mattina il giudice ha convalidato gli arresti e disposto solo per il 25enne straniero, difeso dall’avvocato Elisabetta Udassi, l’obbligo di firma al comando della polizia locale.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes