Uri, incastrato sotto il Doblò lo salvano dopo cinque ore

Agricoltore 48enne è stato travolto ed è rimasto bloccato sotto una ruota. Da una campagna vicina hanno sentito le sue grida e sono scattati i soccorsi

URI. Quel lamento sempre più flebile, ma che per ore non si è mai interrotto ha guidato i soccorritori nel cuore della notte fino a lui, consentendo a chi si era messo a cercarlo in mezzo alle campagne di liberarlo dal Doblò che lo aveva schiacciato e di salvargli la vita.

Se la disavventura di Cristoforo Garroni, agricoltore di Uri di 48 anni, ha avuto un lieto fine il merito è soprattutto di tre suoi compaesani che giovedì notte, durante un’arrostita con amici in una campagna poco distante dal luogo dell’incidente, hanno deciso di seguire quel lamento insistente che di tanto in tanto rompeva il silenzio della notte alla periferia di Uri: «ajuade, ajuade», aiutatemi, aiutatemi ha urlato in sardo con tutte le forze che aveva Cristoforo Garroni, fino a quando il suo sforzo non è stato premiato.

L’uomo è uscito di casa verso le 21.30 per recarsi in un terreno di sua proprietà accanto alle sue serre nella zona di “Pezzumaria” a circa un chilometro da Uri, a non più di 500 metri in linea d’aria dal centro abitato.

L’agricoltore ha posteggiato il suo Dolbò Fiat in una stradina con una leggera pendenza all’interno del suo terreno e mentre era intento a innaffiare alcuni ortaggi il mezzo ha iniziato a muoversi senza che lui se ne rendesse conto. Cristoforo Garroni è stato sorpreso alle spalle e dopo essere caduto è rimasto incastrato tra una ruota del Doblò e un sostegno in ferro che si trovava sul bordo della stradina e che si è trasformato per lui in una trappola.

Per ore ha chiesto aiuto e quando aveva quasi perso le speranze ha visto arrivare i suoi soccorritori che gli saranno sembrati degli angeli. Un carabiniere fuori servizio, un ex sassarino e un loro amico hanno lasciato l’arrostita e deciso di individuare a tutti i costi il punto da cui proveniva quella disperata richiesta d’aiuto. Dopo aver perlustrato le campagne in lungo e in largo i tre soccorritori sono riusciti finalmente a individuare il punto in cui si trovava l’agricoltore da quasi cinque ore.

In tre hanno sollevato il Doblò e liberato finalmente il 48enne, affidandolo poi alle cure di un’equipe del 118 arrivata sul posto insieme ai carabinieri del paese. Cristoforo Garroni è stato trasportato d’urgenza al pronto soccorso di Sassari a bordo dell’ambulanza, ma nonostante le tante ore trascorse sotto la macchina non dovrebbe aver riportato fratture agli arti. Trattenuto per accertamenti in ospedale, i prossimi giorni potrà tornare a casa e raccontare la sua disavventura a lieto fine.

©RIPRODUZIONE RISERVATA



WsStaticBoxes WsStaticBoxes