La moda ecosostenibile di Antonella Fini

La stilista turritana protagonista alla “Green Week 2021” con la sua collezione fatta con colori naturali

PORTO TORRES. C’erano anche le creazioni di Antonella Fini alla “Green week 2021” tenutasi nei giorni scorsi a Sorso, nello storico Palazzo Baronale. La stilista ha presentato alcuni capi di “moda sostenibile” realizzati in seta pura e colorati con prodotti naturali come le bacche di mirto. «La moda è la seconda industria più inquinante nel mondo – dice la stilista turritana di origini sorsesi – sento il dovere di dare il mio contributo all’ambiente: coloro i miei capi con le erbe tintorie. Nel mio percorso ho sperimentato le bacche di mirto come erba tintoria e, con grande soddisfazione, ho ottenuto diversi colori come il rosa cipria, il verde ed altri ancora che presenterò più avanti».

Antonella Fini ha voluto presentare in anteprima nel suo paese d’origine dei capi con una tematica per la quale la stilista lotta da sempre: il rispetto della natura. Ad indossarne le creazioni due modelle sarde, Alessia e Roberta. «Due belle ragazze della porta accanto – ama descriverle Antonella Fini – anche nelle loro “imperfezioni” che diventano un valore aggiunto. La bellezza non va di pari passo con la perfezione – ha concluso la stilista – ma è l’imperfezione a renderci unici».

L'evento è stato promosso dall'amministrazione comunale di Sorso con promotore il consigliere Federico Basciu. Lo shooting di Antonella Fini è stato preceduto da un convegno, promosso da comune di Sorso e centro commerciale naturale I Love Sorso, in cui si è discusso di impresa e sostenibilità alla presenza di numerosi relatori in rappresentanza di Comune di Sorso, Invitalia, Camera di Commercio italo – araba e Aspal centro per l'impiego di Sassari. (e.f.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes