Estate ricca di eventi a Bonorva

Continua il programma di appuntamenti tra presentazioni di libri e concerti

BONORVA. Il programma previsto per l’Estate Bonorvese 2021, continuerà giovedì 22 con la presentazione del libro di Antony Muroni “Mario Melis, il presidente dei sardi”. Sabato 24, a cura del comitato Maria Bambina fedales 1971, è previsto un piccolo festival delle birre artigianali intitolato “Birras: Bonorva in fermento”. Sabato 31 è previsto un ricordo- commemorazione del professor Antonio Sanna, un illustre cittadino di Bonorva ispiratore e promotore, fra le numerose iniziative culturali, dell’apertura nell’Università di Cagliari della facoltà dedicata alla lingua sarda. Alle 22, sul palco di Piazza Santa Maria, si esibirà il gruppo etnico “Zenias”.

Venerdì 6 agosto sarà presentato il libro di Emiliano Deiana “La morte si nasconde negli orologi”. Sabato 7, alle 22, in piazza S. Maria, la compagnia teatrale “Funtana Manna”, di Pozzomaggiore, presenterà un’ interessante commedia. Sabato 14, giornata clou della manifestazione, alle 13, con la collaborazione dei fedales del 1970, sarà proposta la sagra del Zichi solidale, e, alle 20 inizierà la notissima XXVIII Sagra del Zichi” che, ogni anno, attira tanti appassionati e turisti e si propone come uno degli eventi gastronomici e culturali più importanti della Sardegna.

A causa delle note restrizioni legate alla pandemia da coronavirus, gli organizzatori, oltre alla richiesta di utilizzo delle mascherine e al divieto degli assembramenti hanno predisposto una serie d’iniziative per il pieno rispetto delle norme di sicurezza. Alle 22,30 sul palco di piazza Santa Maria inizierà un concerto dei Bertas, Domenica 22, alle 22, inizierà una gara a chitarra logudorese che avrà come interpreti: alla chitarra Nino Manca, alla fisarmonica Giannuario Sanna ed i cantadores; Nino Manca, Roberto Murgia e Daniele Giallara. Sabato 28, nella mattinata, in occasione del bicentenario dalla nascita, è prevista l’inaugurazione, nella piazza a lui dedicata, di un busto del grande poeta Bonorvese Paolo Mossa, conosciuto come il “Principe dei poeti sardi”. Il busto in bronzo, realizzato dalla scultrice Pina Monne, è stato donato al paese dal noto musicista e fisarmonicista Gino Farina, un artista bonorvese che ha completato ed affinato la propria preparazione e conoscenze musicali con il diploma del conservatorio e la guida di noti maestri presenti nel panorama artistico nazionale.

Emidio Muroni

WsStaticBoxes WsStaticBoxes