sassari
cronaca

Il giro dell’anello e la lunga villeggiatura estiva

In un libro scritto da Gianni Russo e da un gruppo di amici le storie della Platamona degli anni ’60


17 agosto 2021


SASSARI. L’idea di Platamona turistica nacque in un pomeriggio dell’estate del 1949, quando l’allora sindaco di Sassari Oreste Pieroni ricevette in regalo dall’avvocato Salvatore Villaminar la pineta di Platamona. Da lì l’illuminazione di utilizzare la spiaggia di Abbacurrente per garantire un luogo di villeggiatura per i sassaresi. Lo spazio, però, era ridotto e Pieroni decise di coinvolgere nel progetto anche i sindaci di Sorso e Porto Torres che collaborarono attivamente alla realizzazione di Platamona creando il “pettine” con le discese a mare.

É uno dei passaggi del libro “Il giro dell’anello - Platamona anni ’60” (editrice Edes, stampato dalla Tas), scritto da Gianni Russo (imprenditore, presidente del Consorzio Golfo dell’Asinara) col supporto di tanti amici, e che si propone di descrivere e ricordare un periodo memorabile della sua vita quando bastava veramente poco per essere felici e spensierati.

«Siamo alla metà degli anni ’60, a Platamona, località di vacanze che si affaccia sul Golfo dell’Asinara – racconta Gianni Russo – :l'Italia viveva un periodo di boom economico e le famiglie non andavano in vacanza ma facevano la “villeggiatura”. A inizio stagione, infatti, di solito ai primi di giugno (in cincidenza con la fine delle scuole), si trasferivano nelle località turistiche per trascorrere l'intera estate in “villeggiatura”, cosa diversa dalle vacanze di oggi caratterizzate da periodi brevi, intensi e in località sempre diverse».

Questo accadeva anche a Platamona, località amata dai sassaresi che, di anno in anno, vi ritornavano. «Ecco perché nascevano solde amicizie e legami che poi duravano nel tempo. Ed è proprio ciò che avviene nei racconti di questo libro dove si narra di amicizie, di svaghi, di giochi, dei primi amori innocenti, di spiaggia, di mare e di passeggiate, il tutto accompagnato dalle musiche che ancora ci sembra di sentire nelle nostre orecchie e, come per magia, ci riportano a quegli anni e a quei momenti formidabili, in piena epoca beat, quando il tempo era scandito dalle colonne sonore dell’epoca e bastava un giradischi o un Juke box per trascorrere ore serene ed in allegria, in una atmosfera magica, piena di sensazioni nuove, di nuove esperienze di vita. Stavamo vivendo il nostro futuro. Ma non ce ne rendevamo conto».

Alla realizzazione del libro hanno partecipato: Giambattista Bertolotti, Marco Bianchina, Paolo Cansella, Rosario Cecaro, Lalla Cavazzuti,Gavino Demontis, Franca Di Tullio, Antonietta Duce, Giuseppina Figari, Enzo Gavini, Gabriella Ghisu, Liano Greganti, Salvino (Tino) Grindi,Rita Lecis, Laura Marchi, Luciana Marchi, Roberto Marini, Gianni Padula, Giuseppe Pettinaro, Bianca Pitzorno, Luciano Russo, Tore Sanna Sobracau, Giancarlo Serra, Antonello Solinas, Tomaso Solinas, Cicci Solmona , Rossana Vitale. (g.baz.)



Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.