«Salvare il Palazzo del Marchese»

Il sindaco Mulas: il progetto di restauro da 355mila euro è finanziato dalla Rete Metropolitana

PORTO TORRES. La giunta comunale ha preso atto dei contenuti del progetto di riqualificazione dello storico Palazzo del Marchese, costruito nella prima metà dell’Ottocento, predisposto dal Raggruppamento temporaneo di professionisti scelto dall’Area tecnica della Rete metropolitana del Nord Sardegna. L’amministrazione comunale ha inoltre inserito l’intervento che si dovrà realizzare sulla struttura nel Piano triennale delle opere pubbliche 2021-2023.

Nel 2018 la Rete metropolitana aveva stabilito un finanziamento di 355mila euro per la ristrutturazione del Palazzo del Marchese e ad aprile 2021, con determina del dirigente dell’Area tecnica, aveva disposto l’affidamento dei servizi di architettura e ingegneria approvando contestualmente lo schema di disciplinare d’incarico all’Atp costituita dall’architetta Monica Ortu e dagli architetti Armando Evangelisti e Alessandro Virdis.

Ora spetterà proprio alla Rete, organo di governo e soggetto attuatore dell’intervento, esprimersi riguardo alla coerenza del progetto: con le richieste a suo tempo inoltrate in sede di Accordo di programma quadro, e successivamente in fase di sottoscrizione delle schede progetto e con le esigenze del territorio.

«Con questa presa d’atto dei lavori programmati dalla Rete metropolitana – precisa il sindaco Massimo Mulas – viene dato il via a un’ulteriore fase di recupero e valorizzazione del Palazzo del Marchese: i lavori sono dell’importo di circa 210mila euro, riguarderanno quello che si può definire “l’involucro” dell’edificio e consentiranno il restauro delle parti esterne, compreso il portone principale, per risolvere il problema delle infiltrazioni. Si spera inoltre che, col possibile ribasso d'asta, si possa intervenire anche sulla valorizzazione della cisterna interrata».

Qualche mese fa il Comune aveva affidato ad una cooperativa sociale gli interventi di bonifica nel giardino del Palazzo del Marchese. Si trattava di lavori urgenti perché i rami degli alberi stavano causando danni al cornicione del muro portante del Palazzo, nella parte che si affaccia ai parcheggi di piazza Marinaru, e le radici si stavano infilando pericolosamente all’interno degli impianti fognari. Una volta messa a norma la zona verde, dopo anni di incuria, quello che conta ora è cominciare quanto prima gli interventi previsti all’interno del Palazzo del Marchese e riqualificarlo così come sede istituzionale. Una destinazione logica, che hanno comunque manifestato più volte anche i governanti attuali del Comune di Porto Torres. «Come è stato ribadito più volte – assicura il sindaco –, l’amministrazione comunale intende recuperare la vocazione del Palazzo del Marchese come sede di rappresentanza. Si tratta di uno spazio elegante e accogliente, che negli ultimi anni non era stato valorizzato come merita. Il Palazzo ospiterà il sindaco e il suo staff, la segreteria generale e la giunta. Sarà anche possibile riutilizzare la sala grande per matrimoni e piccoli eventi. Non si esclude – conclude Mulas – che qualche stanza possa essere destinata anche a piccole iniziative culturali».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes