Sale sul tetto e minaccia di buttarsi

Dopo 15 ore i carabinieri hanno convinto il pizzaiolo a scendere

SASSARI. È durata dal tardo pomeriggio di lunedì fino all’ora di pranzo di ieri la trattativa per convincere un pizzaiolo di Osilo di 34 anni a scendere dal tetto della sua abitazione sul quale si era arrampicato minacciando di farla finita. Il lieto fine è stato possibile grazie all’intervento di due “mediatori”, due carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Sassari esperti in questo tipo di emergenze. L’allarme lunedì era stato lanciato dalla madre dell’uomo. Sul posto, oltre a personale medico del 118 e ai vigili del fuoco, erano giunte le pattuglie delle stazioni di Nulvi e Chiaramonti e del nucleo operativo della compagnia di Sassari. Per oltre 15 ore, i militari hanno sapientemente negoziato con il 34enne allo scopo di salvargli la vita. Ieri alle 12.30 l’uomo ha deciso di scendere dal tetto, sottoponendosi alle cure mediche. Immediato è stato il trasporto, tramite ambulanza medicalizzata, presso l’ospedale civile di Sassari dove si trova tutt’ora ricoverato in buone condizioni di salute.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes