Il 2021 segna il rilancio del porto

Numeri finalmente in grande crescita per lo scalo dopo il crollo dello scorso anno causato dal Covid

PORTO TORRES. Il porto cittadino è finalmente ritornato a popolarsi di passeggeri italiani e stranieri dopo l’allentamento delle misure restrittive e l’aumento dei vaccinati anti-covid. Il raffronto con il 2020, soprattutto nei mesi estivi, ha evidenziato una ripresa consistente: nella stagione estiva gli incrementi sono stati infatti dell’87 per cento a giugno, del 54 per cento a luglio e del 41 per cento ad agosto. Il dato sicuramente più significativo è quello che emerge dal rapporto del traffico 2021 con quello, pre-covid, del 2019. Se si tiene conto che la media del 2020, rispetto all’anno precedente, è stata del –49 per cento, il 2021 segna un netto riallineamento alla normalità, con un meno 16 per cento a luglio e un meno 17 per cento ad agosto. Il dato di settembre è invece ancora più interessante: nei primi 20 giorni del mese, rispetto al 2020, il traffico passeggeri è cresciuto del 25 per cento. Se rapportato al 2019, invece, la perdita si riduce al 24 per cento.

I numeri. Nei mesi da giugno ad agosto 2020 il totale dei passeggeri in transito è di 403mila e 712, mentre negli stessi mesi del 2021 sono 589mila e 285. C’è inoltre da evidenziare che nella seconda decade del mese (dall’11 al 20 settembre), lo scalo è cresciuto del 74 per cento rispetto al 2020 e, cosa molto interessante, ha registrato un + 12 per cento anche sul 2019. I passeggeri in transito sono infatti cresciuti di 5 mila unità e questo è segnale che lascia ben sperare. Le compagnie marittime. «Le preoccupazioni erano tante a inizio stagione per via del covid 19 – dicono i responsabili della Corsica Sardinia Ferries – che ha visto l’annullamento di alcuni scali durante il mese di maggio e giugno: con l’adeguamento delle restrizioni imposte da parte della nostra compagnia di navigazione sui collegamenti da Italia alla Francia c’è stato un incremento di passeggeri sia in arrivo che in partenza del 50 per cento rispetto alla stagione passata. Nonostante le difficoltà riscontrate dagli operatori nei controlli dei certificati sanitari in pre imbarco dei passeggeri, possiamo concludere che la stagione ha avuto riscontri positivi con la speranza che si ritorni alla normalità».

«La nostra linea che collega Genova con Porto Torres – dicono i responsabili di Grandi navi veloci – è stata enormemente apprezzata ed è cresciuta negli anni: quest'anno abbiamo intensificato il servizio, registrando un apprezzamento da parte di turisti e sardi che rientravano per il periodo estivo nell'isola. Per noi è una grande soddisfazione riscontrare che le linea ha rispettato le nostre aspettative di crescita e che l'offerta di viaggi in più è stata apprezzata». «Porto Torres sta registrando numeri decisamente positivi rispetto al 2020 e segnali incoraggianti se rapportati al periodo pre Covid – spiega Massimo Deiana, presidente dell’Autorità portuale –. L’ultima decade di settembre, con un più 12 per cento sul 2019, conferma le nostre previsioni di riallineamento alla normalità. Dai segnali che arrivano dalle compagnie di navigazione e da una rinnovata fiducia e voglia di viaggiare a livello internazionale, il mese in corso ci riporterà ad una crescita a due cifre rispetto a due anni fa, così come, anche ottobre potrà riservare qualche sorpresa in campo turistico. Se questa tendenza verrà confermata anche nei mesi a venire, il 2022 ci riporterà totalmente fuori dalla crisi. Sullo scalo, in base alle prime programmazioni in corso, riprenderanno ad affacciarsi a breve anche le prime navi da crociera, così come, gradualmente, sta accadendo nei porti di Olbia e Cagliari».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes